IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Artigianato, aumenta la cassa integrazione nel 2010

Savona. Cassa integrazione in crescita per il settore dell’artigianato nel 2010. Secondo i dati forniti dall’Inps, infatti, il totale delle ore autorizzate supera i 152 milioni (152.105.899), con un incremento del 173% rispetto all’anno precedente.

Valanga di Cig anche nel commercio: oltre 109 milioni di ore di integrazione salariale, con un aumento del 209% sul 2009. La somma dei due settori supera i 261 milioni di ore autorizzate di integrazione salariale. “Siamo ancora in una fase di grande difficoltà – sostiene la Cna – ma l’analisi va letta non su anno su anno ma sui singoli mesi, perché nel 2010 il ricorso è più elevato in quanto nel corso del 2009 le imprese hanno fatto ricorso maggiormente a sistemi interni, infatti il dato da leggere positivamente è la diminuzione delle ore di Cig a dicembre rispetto a novembre”.

Nel mese di dicembre, si rileva ancora dalle tabelle dell’Inps, l’artigianato registra però un calo rispetto allo stesso mese dell’anno prima (-37,2% per un totale di 7,4 milioni di ore) mentre l’incremento resta alto per il settore del commercio, +77,7% a fronte di un monte ore di 8,2 milioni. Sia nel dato annuale che in quello mensile, la parte del leone spetta alla Cig in deroga, rispetto alla Cig straordinaria (per le imprese sopra i 15 dipendenti); assente invece per questi settori la Cig ordinaria. Per completare l’analisi va detto infatti che fino a inizio 2009 per gli artigiani non era prevista la possibilità di cassa integrazione, se non in alcuni comparti circoscritti. Nel corso del 2009, nonostante l’introduzione della Cig, le aziende hanno fronteggiato la crisi e parte del bisogno di flessibilità ricorrendo a strumenti interni quali ferie, permessi e altro, evitando così il ricorso a strumenti esterni di integrazione del reddito, che sono invece ‘esplosi’ nel 2010. “Siamo in una situazione di forte necessità di ammortizzatori sociali e la cig in deroga ha senz’altro rappresentato una risposta per le piccole imprese” dice Enrico Amadei, direttore della divisione Economia e Sociale della Cna, commentando i dati resi noti dall’Inps sulla Cig autorizzata nel 2010 dal settore artigiano. Per il piccole e medie imprese la strada è ancora in salita in quanto hanno una struttura interna che più difficilmente può raggiungere mercati lontani, dove si registra maggiore ripresa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.