IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Andora, incidente di caccia: scivola e si spara ad un piede

Più informazioni su

Andora. Un uomo di 49 anni, A.B., si è sparato accidentalmente a un piede durante una battuta di caccia sui monti savonesi ed è ora ricoverato all’ospedale San Paolo di Savona. Scivolando sul terreno impervio, dopo aver perso l’equilibrio, è caduto a terra e gli è partito un colpo dall’arma.

L’incidente è accaduto nei boschi della zona di Conna, una frazione collinare di Andora. Nelle operazioni di soccorso è stata mobilitata la centrale operativa del 118 che ha inviato sul posto un’ambulanza della locale pubblica assistenza.

Il cacciatore infortunato a quel punto è stato sistemato sulla barella e trasportato con l’ambulanza fino all’ospedale savonese in Valloria. Qui i medici che lo hanno visitato e disposto il ricovero lo hanno giudicato guaribile, salvo complicazioni, in un mese. Sull’accaduto sono stati informati sia i carabinieri della locale stazione che la questura di Savona.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Bobby75

    Come da istruzioni per l’uso, per essere precisi:
    …omissis… Sicura automatica contro lo sparo inerziale: detta anche sicura prismatica, è data dalla presenza di un pistoncino (o prisma) che attraversa trasversalmente il percussore (peraltro visibile “in alzo” sull otturatore in direzione dello spillo, quando si tira il grilletto) bloccandolo. Quindi si ha lo sblocco del percussore, quindi lo sparo, solo tirando fino in fondo il grilletto, che ha sua volta mediante dei congegni alzerà un chiavistello
    che solleverà il prisma liberando il percussore. Questa è la sicura più importante della pistola, in quanto si verificava che in una caduta accidentale dell’arma a terra, la forza di inerzia voleva che la pistola cadesse col vivo di volata verso l’alto, provocando così il precaricamento della molla del percussore e il relativo rilascio, quindi sparo (se con il colpo in canna, ovviamente)…omissis…
    Aggiungo io: tenere lontano dalla portata dei bambini…

  2. Scritto da Bobby75

    Caro Sampei e caro Folgore, magari evitate di dire baggianate: si da il caso che le armi le uso e so perfettamente di cosa sto parlando, io. Quando premi il grilletto, l’innesco viene sbloccato tramite un pistone che scende e lo libera in maniera tale che il percussore lo faccia sbattere contro il fulminante della cartuccia facendolo esplodere. Se prendi un colpo forte e il battente va a sbattere sull’innesco, anche con la molla rotta, l’innesco è comunque bloccato dal pistone di sicurezza e manco se lo prendi a martellate riesce a far esplodere il fulminante. Poi se parliamo di fucili e pistole ad acqua, allora il discorso cambia. E lì non sono pratico.

  3. Scritto da freeholly9

    puoi capire che tragedia,anzi che dramma umano…

  4. Scritto da Aurelio Bianchi

    Diciamo che si è trovato dalla parte sbagliata del fucile!

    Se non giravi con il dito sul grilletto, imitando Rambo, magari non ti sparavi in un piede.

  5. Scritto da Resist

    Anche io ho delle perplessità sulla dinamica dell’incidente,ma anche se sono fortemente contro la caccia non condivido le prese in giro a questo cacciatore.
    Spero solo che adesso capisca a quali rischi si va incontro per una attività cruenta, inutile per i nostri tempi…addirittura nefasta per gli equilibri ambientali.