IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Altare, aveva mezzo chilo di coca in casa: albanese patteggia 3 anni e 4 mesi

Savona. Ha patteggiato 3 anni e 4 mesi di reclusione e 11556 euro di multa D.B., l’albanese di 24 anni che era finito in manette nel giugno scorso insieme a tre connazionali (di cui uno minorenne) con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di cocaina. I carabinieri del reparto operativo provinciale, agli ordini del colonnello Olindo Di Gregorio, li avevano infatti trovati in possesso, in un appartamento di Altare, di un panetto da mezzo chilo di cocaina purissima, un bilancino di precisione e quasi settecento euro in contanti.

In manette erano finiti A.B., 44 anni, a cui era intestato il contratto d’affitto dell’alloggio, e tre giovani che si sono dichiarati suoi nipoti: R.B., 20 anni, irregolare sul territorio nazionale, il minorenne K.B., e appunto D.B. che stamattina, davanti al gup Barbara Romano, ha scelto la via del patteggiamento.

Quest’ultimo sarebbe stato arrestato in ogni caso in quanto, irregolare sul territorio nazionale: era stato colpito il 4 maggio 2009 da un provvedimento di espulsione firmato dal questore di Savona. Ai quattro veniva contestata in concorso la detenzione ai fini di spaccio, con in piu’ l’aggravante dell’aver commesso il reato mentre erano in condizione di clandestinità.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. pirata
    Scritto da pirata

    Scommetto che in Albania e Romania ci sono le barzellette sui Tribunali e Leggi italiane, Che tristezza ….

  2. Scritto da Aurelio Bianchi

    Cosa vuol dire “si sono dichiarati suoi nipoti”?

    Allora io posso dichiarami nipote di Gianni Agnelli e chiedere l’eredità?

    Possibile che non si conosca l’identità degli immigrati?

  3. sampei29
    Scritto da sampei29

    Concordo con diego gambaretto, pene troppo miti per un reato odioso!

  4. Scritto da mariolino

    non capisco proprio questo patteggiamento. Praticamente una specie di mercato della pena, chi ha più lingua e capacità persuasive riesce a spuntare pene esigue. A questi mercanti di morte io avrei dato 10 anni di lavori forzati, oppure, alla faccia di tutte le etiche dei benpensanti, li attaccherei ad muro con un plotone di esecuzione pronto all’uso, questa soluzione mi alletta terribilmente, Forse sarò un po bastardo dentro!

  5. Diego Gambaretto
    Scritto da Diego Gambaretto

    La cocaina distrugge le persone, pena troppo bassa per un sequestro di un milione di € di droga. Quanti giorni farà dentro?