IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga: in manette pusher 57enne, due albanesi agli arresti domiciliari

Più informazioni su

Albenga. Un vero e proprio giro di spaccio di droga che andava avanti dall’autunno dell’anno scorso con un mercato di circa 200 grammi di cocaina. E’ quello che i carabinieri di Albenga hanno scoperto dopo accurate indagini, messo in piedi da un italiano e due albanesi.

Questa mattina è finito in manette un 57enne di Albenga in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip del Tribunale di Savona Emilio Fois. Altri due albanesi, R.S. di 25 anni e L.H. di 24 anni sono finiti agli arresti domiciliari, il primo a Pieve di Teco, il secondo in provincia di Parma.

I tre uomini erano stati arrestati in fragranza di reato già a giugno dove erano stati trovati in possesso di circa 40 grammi di droga. Secondo quanto ricostruito dagli agenti la loro attività andava avanti da parecchio tempo: gli albanesi rifornivano l’albenganese di droga che veniva poi spacciata nelle strade di Albenga e Leca ad una ventina di tossicodipendenti.

I tre dovranno ora rispondere dell’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. pirata
    Scritto da pirata

    Altro plauso alla Benemerita ingauna, con l’instancabile attività e presenza sul territorio contrastano un’attività veramente schifosa!!! Ora c’è da sperare in serie condanne …

  2. Giudice
    Scritto da Giudice

    qualcuno di mia conoscenza avrebbe detto: “il nostro è uno sporco lavoro, ma qualcuno dovrà pure raccogliere la spazzatura!!”, ( senza alcuna offesa per gli operatori ecologici, si intende.
    Bravi , per l’ennesima volta, i CC. Speriamo di dire altrettanto alla magistratura.