IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alassio: la Guardia costiera sequestra 5 Kg di pesce in cattivo stato di conservazione

Alassio. Intensa attività di controlli lungo la filiera della pesca da parte dei militari della Guardia Costiera di Alassio che hanno verificato delle segnalazioni pervenute da alcuni cittadini.

Negli ultimi giorni dell’anno in un negozio alassino sono stati rinvenuti 5 Kg di prodotto ittico in cattivo stato di conservazione e sottomisura. Il prodotto è stato subito sottoposto a sequestro dal personale della capitaneria e del servizio veterinario.

“Quest’ultimo controllo del 2010 si è aggiunto alla recente attività dell’operazione “Onda d’urto”  che ha coinvolto a livello nazionale il Corpo delle Capitanerie di Porto nelle attività di verifica e controllo della filiera della pesca a tutela dei prodotti ittici destinati alle tavole natalizie. L’Ufficio Circondariale Marittimo di Alassio in queste due settimane di attività rivolta sia alla grande distribuzione, sia ai punti al dettaglio e alla ristorazione ha elevato verbali amministrativi per un totale di circa ventimila euro e una denuncia penale” scrive il comandante Elisabetta Pierami.

Il monitoraggio e la vigilanza sulla filiera della pesca marittima rientra tra le attività del Corpo Capitanerie di porto volto non solo alla verifica del rispetto delle norme in tema di taglia minima, quantità, specie protette, ma anche alla maggiore sensibilizzazione delle categorie interessate, poiché le risorse del mare sono un bene della collettività e soprattutto alla tutela del consumatore finale.  

L’Ufficio Circondariale marittimo, nel continuare l’opera di sensibilizzazione e prevenzione in materia, organizzerà nel 2011 alcuni incontri dedicati agli addetti del settore, al fine di rappresentare le novità normative in materia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. gabbiano
    Scritto da gabbiano

    Surfista hai un po’ di ragione, ma non tutta. Infatti i 5 Kg sono stati trovati in un negozio. Non si sa quale e questo è il problema. Infatti ora tutti sono sospettati e, anche se sono solo 5 Kg, ogni consumatore può dubitare e temere di acquistare pesce avariato. Non tutti sono in grado di conoscere il pesce più o meno fresco.
    In questi casi o si segnala il negozio o si tace il fatto.
    Facendo come è stato fatto si fa solo dell’allarmismo e del danno ai commercianti e ai consumatori.

  2. Scritto da surfista

    Accidenti, che grosso sequestro!!!!!!!!!!Belin ben 5 kg!!!!!!!!!!!! Una operazione che merita il titolo in prima pagina!
    Cercate di scrivere degli articoli seri e finitela di omaggiare le forze dell’ordine in questo modo!!!!!!
    Avreste dovuto scrivere che la situazione nel commercio del pesce è positiva, infatti i controlli continui della GC hanno portato soltanto ad un piccolissimo, minimo, insignificante sequestro!!! Magari era un solo pesce!!!!!!!!!!
    Ciao