IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Vaccarezza: “La sinistra immobilizza Savona e impedisce alla Provincia di operare per la depurazione”

Savona. Troppi assenti questa mattina a Palazzo Nervi alla riunione dei Comuni  dell’Ato per discutere del delicato tema della depurazione. La situazione non è andata giù al presidente Vaccarezza che ha dovuto annullare l’incontro: “Quest’oggi si è svolta, o forse sarebbe meglio dire non si è svolta, l’assemblea dei comuni dell’ATO, ha detto il presidente della Provincia di Savona.

“Purtroppo hanno vinto coloro che non volevano che l’assemblea deliberasse, ha vinto il Comune di Savona e la sua necessità di fare in modo che il mondo della depurazione non finisse nelle mani del pubblico. Ha vinto l’esigenza di far diventare questo mondo un mondo nel quale poter fare…affari? Non saprei… ma sicuramente non ha vinto il fare l’interesse della gente e realizzare ciò i cittadini si aspettavano da noi entro fine anno: una linea definitiva sulla depurazione”.

“La Provincia è pronta, ed è pronta da tempo, continua il Presidente. Purtroppo però ha di fronte un monoblocco, quasi tutto di centro sinistra, che impedisce ai comuni di questa parte politica di partecipare alle riunioni. In verità devo dire che questa mattina mancavano molti più comuni, non solo i principali amministrati dal centro sinistra. Tuttavia degli assenti molti si sono giustificati, altri realmente non potevano, i comuni di centro sinistra invece non sono venuti perchè c’era un ordine di partito: impedire alla Provincia di operare concretamente e far uscire dal ristagno il sistema di depurazione nella quale la precedente, pessima, amministrazione provinciale aveva mandato questo settore”.
“Comunque non c’è problema. Ci rivedremo l’anno prossimo e ripartiremo con decisione da dove siamo arrivati oggi, sperando, conclude il Presidente Vaccarezza, che prima o poi i cittadini, anche di Savona, si liberino da questo gioco di potere che, ahimè, in questo momento immobilizza una città bella, ma purtroppo, male amministrata”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Aurelio Bianchi

    Scusa, hi-ec,
    stai parlando della sinistra savonese che ha gestito le discariche?
    Anche quelle con sede in Lussemburgo?
    Parli di chi ha gestito un depuratore che emana miasmi a tutto spiano?
    Stai parlando di chi vuole fare della Valbormida una piattaforma di smaltimento dei rifiuti?
    Di chi porta a mangiare la merenda nelle discariche (vedi Cairo Montenotte)?
    E’ questo quello che vuoi?

  2. pasquino62
    Scritto da pasquino62

    ……………….per palese abuso di carboidrati non la ritirano la patente ??

  3. hi-tech
    Scritto da hi-tech

    …bastrerebbe che dall aparola togliesse la “D” e vedrebbe che tutta la sinistra sarebbe ben lieta di lasciarlo agire in tranquillità…. in tale senso vi è molto lavoro da fare in provincia!!!
    Non sarà forse che si mistifica un po’ la realtà e si pone davanti ai cittadini una versione dei fatti “leggermente” distorta??!!
    Ci sarà un motivo se la sinistra si oppone ai lavori dei famigerati ATO, preludio di un passaggio diretto ai PROVATI DELLE FUNZIONI PUBBLICHE CHE SONO FONTE DI INCASSO SU BENI PUBBLICI COME L’ACQUA POTABILE E INTERESSANO IL SETTORE DELLA DEPURAZIONE…! La sinistra fa quiello che puo’ visto che il VOSTRO GOVERNICCHIO HA CONGEGNATO UNA TRAPPOLA INFERNALE PER I CITTADINI, CREANDO GLI ATO CHE vogliono condurre a lasciar gestire AGLI AMICI-DEGLI-AMICI (LORO) l’acqua pubblica.