IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Tomaso e il processo “zoppicante”. Il papà: “In atto una ‘strategia del rinvio’”

Qualche giorno fa i testimoni assenti, ieri il giudice non disponibile e oggi il tribunale chiuso per lutto: continua così il “processo ad ostacoli” di Tomaso Bruno ed Elisabetta Boncompagni, il cui diritto alla difesa viene quotidianamente negato dalla giustizia indiana.

E’ dallo scorso febbraio che i due ragazzi, albenganese lui e torinese lei, sono rinchiusi in carcere con l’accusa di aver ucciso, per motivi passionali, l’amico Francesco Montis nel corso di un viaggio in India. Accusa che hanno sempre respinto con forza e per sostenere la quale ogni volta si recano speranzosi nel tribunale di Varanasi dove, però, incontrano spesso ostacoli e intoppi come quello di oggi. “A questo punto sono sempre più convinto che vi sia in atto una ‘strategia del rinvio’ per impedirci di poter ascoltare in aula anche i testimoni della difesa, e non solo quelli dell’accusa, entro la fine di gennaio, termine ultimo indicato dalla Corte Suprema indiana per la conclusione del processo – dice sconfortato Luigi Euro Bruno -. I mie avvocati ci dicono di stare tranquilli e che riusciremo a far valere le nostre ragioni ma ci sentiamo davvero giù di morale. Siamo anche stufi di protestare. Quello che ci colpisce, in senso negativo ovviamente, è l’indifferenza delle autorità italiane che hanno di fatto abbandonato al loro destino due giovani cittadini italiani”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. legolas230876
    Scritto da legolas230876

    ma la Farnesina che dice ??

  2. sampei29
    Scritto da sampei29

    Una situazione veramente paradossale, colpevoli o innocenti hanno diritto ad una sentenza che li tolga dal limbo nel quale sono finiti.

    Certo che anche in italia però quanto a tempi dei processi purtroppo non siamo messi tanto bene…