IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Teatro Chiabrera, uno spettacolo benefico messo in scena dal personale del San Paolo

Più informazioni su

Savona. Anche quest’anno ritorna puntuale l’appuntamento con lo spettacolo di musica e risate messo in scena da medici, infermieri, informatori ed amici della sanità savonese. Lunedì 20 dicembre, alle ore 20,45, il New Medical Mistery Tour porta sul palco del Teatro Chiabrera il “Mistero del Primario Scomparso”.

Come nelle scorse edizioni a sketch e scenette divertenti si alterneranno a brani ed esibizioni musicali. Quest’anno ospiti di eccezione saranno Marco Lovisetti e Amnon Cohen con i Babilonia. Nel corso della serata i tre enti organizzatori, Comune di Savona, Asl2 Savonese e Provincia di Savona, coglieranno l’occasione per fare gli Auguri e tutti i cittadini e per salutare ancora una volta i loro pensionati dell’anno 2009.

L’ingresso è libero e gratuito; le offerte raccolte saranno devolute all’Associazione Italiana Assistenza Spastici (A.I-A.S.) ed all’Associazione San Rocco di Millesimo, che porta aiuto in Africa. Un modo per unire spettacolo e divertimento a beneficenza e solidarietà.

Come sempre l’obiettivo è offrire agli spettatori momenti di svago e buonumore, senza dimenticare chi sta peggio di noi o vive momenti di difficoltà. L’intento è anche quello di avvicinare i cittadini al mondo della sanità, proponendo un incontro originale collocato in un luogo e tempo molto differenti dal solito. Perché gli operatori della sanità non sono solo medici ed infermieri con le loro professionalità e le loro competenze, ma anche persone con le loro personalità, le loro passioni, il loro desiderio di stare insieme e di far stare bene l’altro.

“Da oltre vent’anni i medici, gli infermieri e i tecnici dell’ospedale San Paolo di Savona si ritrovano insieme in uno spettacolo che ha tante valenze positive nell’ambito di un tema, quello della sanità, che sta a cuore a tutti noi. Innanzitutto è un modo originale e gradevole per avvicinare il mondo della sanità savonese alla cittadinanza nel bellissimo palcoscenico del Teatro Chiabrera, nell’ottica di un rapporto che sempre più tiene conto dei fattori umani. C’è poi l’aspetto della raccolta fondi per progetti sensibili ed importanti e, non ultimo, il significato di una festa che mette insieme istituzioni, enti, cittadini, operatori della sanità: è la città nel suo insieme che condivide un progetto legato alla salute nel quale anche un semplice sorriso è un segno di una migliore qualità della vita” commenta il sindaco di Savona, Federico Berruti.

Nel 1987 alcuni medici, infermieri, tecnici dell’ospedale San Paolo di Savona, informatori scientifici del farmaco e altri che avevano a che fare con la sanità savonese decisero di mettere insieme uno spettacolo “contenitore” dove chi sapeva ” fare qualcosa “, cantare , recitare, raccontare barzellette, ballare o fare altre cose di “spettacolo ” le facesse sul palco di un teatro per divertirsi , cercare di divertire e fare un pò di beneficienza. Piano piano, nel corso degli anni questo gruppo di persone aumentò di numero, si dedicò sempre con maggior impegno a scrivere i testi e le musiche dello spettacolo un’anno per l’altro e si diede una veste più ufficiale fondando quello che per molti anni venne conosciuto come il “Medical Mystery Tour” parafrasando la nota canzone dei Beatles ” Magical Mystery Tour” che divenne il loro inno. Con fortune alterne riuscirono a portare in scena , al Chiabrera, ma anche in altri teatri liguri molti spettacoli…poi qualche anno di pausa di riflessione. Da qualche anno alcuni “vecchi” del gruppo storico hanno riportato alcuni “professionisti della salute” sul palco.

L’edizione del 2009 ha avuto un gran successo. Lo spettacolo presentato il 14 dicembre al Chiabrera di Savona, è stato riproposto anche il 20 marzo presso il Nuovo teatro di Città a Cairo Montenotte e il 5 agosto presso il Priamàr di Savona. Ogni appuntamento ha rappresentato un ulteriore occasione per raccogliere, attraverso le generose donazioni degli spettatori, fondi da devolvere in beneficenza ad enti o associazioni operative sul territorio.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.