IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Squash, il vadese Massimiliano Bertola trionfa al “Trofeo Madison” di I Categoria foto

Vado Ligure. Il sole resterà alto nel cielo tutta la notte a queste latitudini; ora è il tramonto e tutti in fila indiana ritornano al campo base i forzati della miniera di diamanti, immersa nella sconfinata e glaciale piana nordica. Il vento sferzante rende ancora più massacrante la marcia, ma il pensiero di un piatto caldo e una dimora rendono meno arduo il ritorno. Finalmente all’orizzonte appaiano le baracche, dove cibo e calore allieteranno la dura la giornata.

Dopo essersi rifocillati mentre scambiano quattro chiacchiere gli uni vicino agli altri… ecco che una gelida folata più violenta delle altre fa aprire una finestra e la corrente che s’infila fa volare ogni cosa. Da uno scatolone caduto a terra ecco uscirne una pallina, tutta nera con due punti gialli. Ad un primo sguardo attoniti gli avventori, ma poi una voce emerge dal silenzio: “E’ una pallina da squash!”.

Improvvisamente, tutti in sincrono sorridono e volgendo poi lo sguardo a terra puntano l’ultimo di loro entrato nella baracca; ai piedi porta ancora due racchette da neve e improvvisamente tutti lo assalgono, immobilizzano e gli sfilano tali importanti calzature che diventeranno immediatamente gli accessori sportivi più agognati. In men che non si dica, liberata la stanza, tirate quattro righe ecco un campo da squash nascere dal nulla e dal nulla scomparire fatica e emergere competività, vigore e forza; ora creato il tabellone non v’è clima che “tenga” quando la voglia è tanta e allora via alle gare e che vinca il migliore.

Lo Sporting Milano3 ospita un torneo di I Categoria che, nonostante il tempo inclemente, causa neve, ghiaccio e freddo, vede la partecipazione di 20 iscritti; non male per essere il 19 di dicembre. Partite di qualifica per entrare nel tabellone principale e nessuna sorpresa.

Primo turno: partite terminate 3 – 0 a favore di Palumbo su Dascola in scioltezza; Bertola in controllo su Barra; Galli su Tognetti; Framarin a valanga su Nugnes. Pelucelli riesce a strappare un game a Verbena ma perde per 3 – 1; Zweier e Cannizzaro arrivano sino al quinto game dove la spunta l’americano di Brescia per 11 – 9.

Quarti di finale : Framarin ferma la corsa di Zweier vincendo per 3 – 0; Palumbo si aggiudica il primo gioco contro Bertola ma poi soccombe per 3 – 1; Verbena regola per 3 – 1 l’amico Rossi; ultimo quarto e battaglia tra Galli da Lugano e il cidneo Corini. La partita, molto bella e tirata, giunge al quinto game dove la spunta l’oltralpe per 11 – 7.

Semifinali: nella prima si affrontano Bertola e Galli dove il vadese vince 3 – 0. Nella seconda altro incontro intenso tra Verbena e Framarin, che si protrae fino al quinto game dove sul 9 pari nasce una piccola discussione tra i due giocatori per una “chiacchierata” di troppo di Verbena durante le fasi agonistiche che avrebbe disturbato il suo avversario. Ritornata la normalità, Verbena azzecca due colpi vincenti e approda in finale.

In finale si fronteggiano Bertola e Verbena: il primo affonda come una lama calda nel burro e vince i primi due giochi agevolmente per 11 – 2, 11 – 2. Nel terzo gioco Massimiliano Bertola rallenta un attimo ma col risultato di 11 – 8 vince game e incontro con un perentorio 3 – 0.

Premiazione per tutti i finalisti e naturalmente maxi premio al vincitore, che alzando le braccia al cielo lo mostra agli spettatori applaudenti tutto orgoglioso; ma mentre sta compiendo questo gesto si sente una mano sulla spalla e una voce dire: “Sveglia, sveglia… dai Bertola alzati è ora di andare a lavorare!” “A lavorare – replica il nostro vincitore – ? …Ma se ho appena finito di giocare… Accidenti era solo un sogno …ma che bel sogno!”. Ora prende giubbotto, passamontagna, guanti, attrezzi e mentre esce dalla baracca qualcosa cade dalla tasca sul pavimento; la porta non chiusa lascia entrare una corrente d’aria che investe l’oggetto al suolo. Questi si sposta dall’ombra alla luce e appare in tutto il suo splendore… è una pallina da squash… che come nei più bei sogni
accompagna sempre chi vive di questo sport!

Nella finale per il 3° posto, Galli e Framarin si fronteggiano e l’incontro è intenso e arriva al quinto game dove la spunta Galli che conquista un meritatissimo posto sul podio.

Nella finale per il 5° posto troviamo i due bresciani Zweier e Corini, il primo vince per 3 – 0. Nella finale per il 9° Cannizzaro, eterno abbonato a questa finale, trova Barra che riesce a strappare un gioco, ma alla fine come da altri tornei precedenti Cannizzaro centra ancora una volta una 9° posizione. Nella finale per il 17° posto Balestreri batte per 3 – 0 Hess, che era sorretto dal tifo accanito dei familiari.

La classifica finale del torneo:
1° Bertola Massimiliano (Vado Ligure Squash – Categoria I)
2° Verbena Stefano (Selmart Monza – Categoria I)
3° Galli Marcello (Squash Club Lugano – Categoria I)
4° Framarin Matteo (Squashman Milano – Categoria I)
5° Zweier Robert (Millennium Brescia – Categoria I)
6° Corini Roberto (Millennium Brescia – Categoria I)
7° Rossi Alberto (BST Como – Categoria II)
8° Palumbo Fabrizio (Selmart Monza – Categoria I)
9° Cannizzaro Andrea (Vado Ligure Squash – Categoria II)
10° Barra Danilo (Sporting Milano3 – Categoria II)
11° Pelucelli Luca (Clod Milano – Categoria II)
12° Tognetti Stefano (Squashman Milano – Categoria II)
13° Nugnes Vasco (Sporting Milano3 – Categoria IV)
14° Dascola Roberto (Sporting Milano3 – Categoria III)
17° Balestreri Enea (Sporting Milano3 – Categoria III)
18° Hess Roland (Forum Assago – Categoria IV)
19° Settimi Stefano (Forum Assago – Categoria I)
20° Serafini Sergio (Selmart Monza – Categoria II)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.