IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Scomparsa di Salvatico: 9 mesi di mistero, l’infermiere sembra svanito nel nulla

Murialdo. Gli amici e i familiari si preparano a trascorrere il primo Natale senza Luca Salvatico, l’infermiere di Murialdo scomparso nel nulla all’alba del 22 marzo scorso mentre stava percorrendo con la sua auto la strada che porta da Bardineto a Toirano per raggiungere l’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure presso cui lavorava.

Sono trascorsi nove mesi dal giorno della sua scomparsa, giorni di buio, silenzio assoluto, interrotto da tante domande. Nessuno ha ancora trovato una risposta a cosa possa essere successo lungo la provinciale Bardineto-Toirano, in frazione Carpe. L’unica certezza è che Salvatico quel giorno non è mai arrivato al lavoro e che la sua aiuto è stata rinvenuta sul ciglio della strada, quasi in procinto di ribaltarsi. Fari accesi, così come lo stereo. Documenti e oggetti personali, tutti a bordo, comprese le inseparabili sigarette. Da quel momento nessuna notizia. L’unica traccia sono le tante gocce di sangue rinvenute nell’abitacolo che sono risultate dopo analisi approfondite dei Ris, appartenere all’infermiere.

A nulla sono valse per ora le indagini delle forze dell’ordine che hanno interrogato molti amici e persone vicine a Salvatico, cercando di analizzare la vita dell’infermiere di Murialdo per trovare possibili piste su cui indagare, come quella presa in considerazione alcuni mesi fa della criminalità organizzata che però non ha avuto nessun riscontro.

Nei giorni scorsi molte persone hanno scritto sulla bacheca del gruppo “Cerchiamo Luca Salvatico” su Facebook: “In questo periodo ti penso più del solito….faccio la tua strada…e nel tuo reparto c e’ la mia nonnina…..ma dove diavolo sei?” scrive Giovanna.

“Chissà se il Natale saprà scuotere l’animo di qualcuno che sicuramente sa qualcosa più di noi..neanche immedesimandosi si può avere una vaga idea di quale dolore si provi..di che frustrazione ci sia nel non sapere” scrive Maria Chiara Salvatico che qualche giorno prima aveva aggiunto: “se esiste un luogo dove svanite esisterà anche una strada per raggiungervi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.