IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Schneck: “Mi hanno ritirato la patente per sei mesi: colpa di una birra e del propoli”

Albenga. Non sono soltanto i giovani che vengono fermati dalla polizia per i normali controlli anti alcol durante il sabato sera e all’uscita dalle discoteca. Questa volta ad essere “beccato” e ha raccontare la sua bizzarra avventura è stato il vice sindaco del comune di Albenga, Roberto Schneck: “Mi hanno ritirato la patente di guida per almeno sei mesi. Al controllo con etilometro, effettuato dalla polizia stradale, al termine di una serata infrasettimanale, circa un mese fa, sono risultato positivo per un valore pari a 0,83 grammi per litro. Non voglio giustificarmi, ho sbagliato e farò valere le mie ragioni nelle sedi competenti. Ci tengo, però, a raccontare la verità. Dopo una giornata interminabile di lavoro a Palazzo Civico, avevo partecipato ad una riunione del partito e, durante la discussione tra una pratica e l’altra, come è consuetudine, ho anche io bevuto una birra media, mangiando insieme una pizza”.

Schneck forse un po’ per giustificarsi e un po’ per non lasciare nessuna zona d’ombra nel suo racconto tira in ballo anche il suo dottore di fiducia:  “Senza tenere conto che, da alcuni giorni, il mio medico omeopata, che da anni mi segue per curare l’ipertensione, mi aveva prescritto una “tintura madre”, insieme a del propoli, come antibiotico per una fastidiosissima faringite con interessamento bronchiale. Un farmaco, formato per il 35% da soluzione alcoolica, che, assunto a scopo terapeutico, mi è costato, purtroppo, il ritiro della patente”.

A questo punto Schneck apre una parentesi per far riflettere i giovani partendo proprio dal suo caso:“Bisogna far attenzione alle serate in compagnia tra amici. Il bere anche una birra media, oggi, può mettere a rischio la sicurezza stradale e costare il ritiro della patente, ancor di più se, senza troppa cognizione di causa, per un banale mal di gola, si usano farmaci a discreto contenuto alcoolico. Infatti, con il recente pacchetto sicurezza, introdotto dal nuovo Governo, sono state notevolmente inasprite le conseguenze derivanti dalla guida sotto l’effetto dell’alcool. Per legge,  non solo sono state elevate le sanzioni previste per chi guida con un bicchiere in più, ma è stata anche introdotta, in certe condizioni, oltre il valore di 1,50 g/l, la misura della confisca obbligatoria della vettura. Chi, invece, come  me, viene trovato con un tasso alcolico superiore di solo 0.03 g/l la soglia minima di 0.80 g/l, condizione che rende il comportamento penalmente rilevante, subirà, oltre al ritiro della patente, un regolare processo”.

Mettendo da parte tutta la demagogia del caso anche il vice sindaco alla fine come “i comuni mortali” ha presentato ricorso “pur sapendo che ho sbagliato a non tener conto dell’effetto di un farmaco in aggiunta ad un bicchiere di birra” ci tiene a precisare Schneck. 

“Adesso, però, proprio per il mio ruolo di amministratore della cosa pubblica al servizio dei cittadini e per la vita regolare che conduco senza eccessi di alcun tipo, desidero condividere con i giovani ciò che mi è capitato, affinché insieme si possa riflettere, per combattere il fenomeno delle vittime della strada” ha concluso Schneck.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da freeholly9

    @ANDREA FILIPPI
    Imparah l’ITAGLIANo prima di scrivessere che farebbi una meglio figura…

    Non entro nel merito degli insulti,ieri era natale e come regalo potevi chiedere un pò di educazione…non ti faceva male…finiamola ancora prima di iniziare.
    Dimmi solo,rispetto a quello che ho scritto io,e rispetto a quello che giustamente ti ha detto il medico,cosa cambia?Immani cazzate?impara a leggere i commenti,abbiamo scritto la stessa cosa.
    Se ti succhi una pinta di propoli sei ciucco come una campana,mi sembra ovvio….

  2. Scritto da lollo63

    Sig. Schneck io non la conosco ma non era meglio accettare in silenzio senza troppo clamore ciò che le è successo,a volte si fa più bella figura,oppure più candidamente si ammette la bevutina si fa le scuse e dopo il periodo a piedi si rincomincia a guidare ma senza bere. Non e giusto e penso che anche Lei concorderà con me dire che farà valere le propie ragioni,in codesto modo non fa altro che intasare (se tanti seguono il suo operato)i tribunali.Mi creda e più bello ammettere un torto che cercare di avere ragione forzatamente.Cordiali Saluti

  3. Bill Fraser
    Scritto da Bill Fraser

    M’han retiou a patente e son finio in rianimasion,
    me dâvan solo læte me vegniva a smangiaxon,
    ma mì son proprio furbo no son miga un belinon,
    coscì ho cacciou via o læte e ho impio de vin o sêu carton.

  4. Sally De Vasquez
    Scritto da Sally De Vasquez

    …un’overdose…di propoli… che sballo!

  5. hi-tech
    Scritto da hi-tech

    AH! dopo lo svarione viario NON SONO DACCOROD nel richiedere LE DIMISSIONI DELL’ASSESSORE come ho avuto modo di vedere oggi: ritengo che potrebbe fare un passo indietro per trovare una soluzione. Se persevererà sulle posizioni prese e continueranno a generarsi code allora effettivamente dovrà considerare di dimettersi ma per ora se si impegna ritengo che debba continuare a darsi da fare.