IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, Caritas: in due anni affrontate 2500 situazioni di emergenza sociale

Più informazioni su

Savona. Negli ultimi due anni, da quando è stato istituito il Fondo emergenza famiglie della diocesi, nei Centri di ascolto della Caritas di Savona sono state affrontate oltre 2500 situazioni di emergenza sociale. La Caritas è intervenuta con il Fondo in 380 casi, fornendo aiuti per un importo pari a circa 200.000 euro, sostenendo famiglie e singoli nella difficoltà a pagare affitto, mutuo, bollette, spese alimentari, sanitarie, scolastiche, intervenendo con piccoli prestiti o con erogazioni a fondo perduto. E’ il dato reso noto dal direttore della Caritas diocesana don Adolfo Macchioli e dal presidente della Fondazione diocesana “Comunitaservizi” Maurizio Raineri.

Un fattore di fragilità, secondo don Macchioli e Raineri, è la famiglia. “La fragilità delle persone aumenta paurosamente nel caso di allontanamento o morte del coniuge, rottura della relazione, separazione, convivenza o famiglia di fatto. Come è ovvio pensare, la rottura di una famiglia comporta il raddoppio dei nuclei e delle spese connesse alla sopravvivenza: oggi sta diventando un lusso la separazione e spesso si convive nella separazione con tutte le fatiche ulteriori del quotidiano”.

“Nascono associazioni a tutela dei singoli (papà, mamme separati) oppure dei nuovi nuclei (papà, mamme con figli): esiste quindi una grossa fatica a restare nei patti istituiti dal giudice dopo la separazione” concludono i responsabili della Caritas.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Resist

    La “famiglia” non potrà più essere come quella del passato. Chi l’aiuta in questa fase di transizione?
    Il contesto sociale lavora contro: le assunzioni precarie…la flessibilità, non danno nessuna possibilità di programmare il futuro.
    Gli asili nido sono cari e riservati a pochi.
    Il bombardamento pubblicitario indica modelli fantastici (e falsi) che però agiscono come elementi di frustrazione.
    La Caritas fa un ottimo lavoro…ma la Chiesa nel suo insieme avalla questo sistema e non vuole disturbare il “manovratore”.