IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanità, rientra il deficit ligure. Montaldo: “Premio del lavoro di questi anni”

Più informazioni su

Regione. Il Tavolo di monitoraggio dei Ministeri dell’Economia e delle Finanze ha sancito oggi la chiusura del piano di rientro della sanità ligure per gli anni 2007, 2008 e 2009. Lo comunicano gli assessori alla salute e alle finanze della Regione Liguria, Claudio Montaldo e Pippo Rossetti, sottolineando l’estrema soddisfazione per quanto avvenuto.

La Liguria è l’ unica tra le sei regioni che avevano iniziato il piano di rientro (Molise, Abruzzo, Lazio, Campania e Sicilia) per il recupero del deficit sanitario ad averlo portato a compimento. “Questa è la conferma provata e certificata – ha commentato l’assessore Montaldo – dell’esito positivo delle operazioni  di risanamento dei conti sanitari nel triennio 2007/2009. Esprimo pertanto esprimo la mia più viva soddisfazione e i miei più sentiti ringraziamenti a tutti i lavoratori della sanità ligure che hanno dato un contributo fondamentale, anche con grandi sacrifici, per il raggiungimento di una performance positiva”.

“A questo punto – aggiunge l’assessore regionale al Bilancio Rossetti – sarebbe auspicabile che il Governo tenesse conto del nostro risultato e di quello delle realtà regionali più virtuose e lo premiasse, in vista del riparto del prossimo anno. In caso contrario il rischio è che i sacrifici compiuti dai comparti pubblici e privati vengano vanificati non riconoscendo gli enti meritevoli”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Aurelio Bianchi

    Al post di high tech aggiungerei una considerazione:
    chi governava nel 2007 2008 2009 aveva provocato il deficit.
    Oggi, sembra, che abbia ripianato. Il tutto a nostre spese.
    A proposito, era sempre la stessa coalizione.

  2. leva1974
    Scritto da leva1974

    x hi.tech:
    il bilancio è stato risanato (e questa era la priorità) vendendo gli immobili INUTILIZZATI di proprietà di ASL e Regione. Cioè sono stati venduti quegli immobili che a rimetterli in uso sarebbero stati un costo o a lasciarli nello stato di abbandono sarebbero stati oggetto di classici servizi di striscia “spreco pubblico”. Poi, la grossa differenza, è stata apportata anche sulla spesa corrente che è dimunuita con l’entrata della giunta burlando, quindi, contrariamente a quanto tu dici, non è stato venduto nessun ospedale e c’è da gioire.

  3. hi-tech
    Scritto da hi-tech

    Mi spiace usare toni forti, anche considerando che i bilanci sanità delle altre regioni versano piu’ o meno nelle stesse condizioni: sopravvivono.
    Ma occorre essere onesti: il nostro bilancio sanitario l’abbiamo salvato vendendo tutti i beni immobili di famiglia. Non mi pare una cosa di cui andare fieri…! E’ come se trovandosi in condizioni economiche famigliari disagiate, si iniziasse a vendere i mobili, le suppellettili, invece di contenere le spese e realizzare un piano di rientro. etc. Daccordo che ci si puo’ <consolare pensando che se al posto del centro-sinistra vi fosse la DESTRA e gli aziendalisti le cose sarebbero state anche peggio e chissà ci ritroveremmo gli stessi ospedali tutti venduti agli allegri dottori privati…ma non vi è ugualmente motivo di gioire.