IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanità: in Italia 2 milioni i malati di tumore, ogni anno 400 mila nuovi casi

Sono circa 2 milioni e 200 mila i malati di tumore in Italia ed oltre 400 mila i nuovi casi registrati ogni anno. E’ quanto è emerso durante il convegno “Grandangolo 2010”, in corso fino a domani ai Magazzini del Cotone di Genova. Alla manifestazione, promossa dall’Accademia Nazionale di Medicina, partecipano oltre mille oncologi ed i maggiori esperti nazionali sull’argomento. Al centro del convegno, giunto alla sua dodicesima edizione, le neoplasie solide più frequenti come il carcinoma al polmone, alla mammella, al colon, alle ovaie e alla prostata e gli avanzamenti registrati nel corso dell’ultimo anno in tema di terapia, ma anche di screening, diagnosi precoce e caratterizzazione biologica.

Secondo il professor Alberto Sobrero, primario di Oncologia Medica all’Ospedale San Martino di Genova e coordinatore dell’evento, nel campo delle neoplasie solide le tendenze più evidenti negli ultimi anni sono la riduzione del tumore del polmone nell’uomo, a causa di una minore incidenza del fumo, la crescita del tumore polmonare nelle donne per un aumento del fumo, oltre alla diminuzione dei tumori allo stomaco.

“In questi anni – spiega Sobrero – si è aperta una nuova strada terapeutica che è quella delle terapie biologiche, che si aggiunge alle altre tre strategie tradizionali cioè la chirurgia, la radioterapia e la chemioterapia. In certi sarcomi intestinali, ad esempio, le terapie biologiche hanno dato grandi risultati e pazienti che morivano in pochi mesi oggi vivono 10 o 20 anni. Poi abbiamo tutta una serie di nuovi farmaci biologici – prosegue il coordinatore del convegno – che hanno allungato e migliorato la qualità di vita di persone affette da tumore alla mammella, al colon, al rene, al fegato e allo stomaco ma altri tumori non beneficiano di questi nuovi agenti biologici”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.