IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Rincari treni liguri, Psi: “Costa meno volare a Londra o a Parigi”

Liguria. “Ormai è accertato – interviene ironicamente il segretario regionale del PSI Maurizio Viaggi – è meno oneroso volare a Londra o Parigi piuttosto che raggiungere Milano o Torino con un treno. Invece di investire sul trasporto pubblico locale il governo, con l’ultima manovra finanziaria,  ne taglia i finanziamenti. Conseguenza migliaia di nostri concittadini liguri, pendolari per lavoro, studio o cure mediche, dal 1 febbraio subiranno un rincaro del 25% sui  biglietti e del 15% sugli abbonamenti dei treni regionali”.

“Tariffe che solo grazie all’azione della Regione e dell’assessore Enrico Vesco, con un investimento di 5 milioni di euro, è stato possibile  “mitigare”. Ciò nonostante questo comporterà, per raggiungere Genova con un banale Intercity senza supplementi o prenotazioni la spesa: da Sarzana di 14,40 euro, dalla Spezia 11,25, da Savona 8,75, da Imperia o Sanremo 16,60 da Ventimiglia ben 20 euro. Temiamo che per i pendolari e gli utilizzatori dei treni, ribadisce con pungente ironia Maurizio Viaggi, la sola speranza sia che anche sui binari ferroviari arrivi la Rayanair, magari con un nome più adeguato Rayantrain” conclude Viaggi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Aurelio Bianchi

    Cosa ci sia da ringraziare, non lo capisco.
    Con Vesco abbiamo meno treni e più sporchi.
    Ma sempre più cari.