IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Richiesta di rinvio a giudizio, Ciangherotti: “Immutata la mia stima per gli esponenti del Pdl”

Albenga. Eraldo Ciangherotti, assessore ai Servizi Sociali del Comune di Albenga, commenta la nota della direzione provinciale del Partito democratico sul caso firme false del Popolo della Libertà, raccolte durante le ultime elezioni provinciali di Savona.

“Conosco da una vita personalmente sia Angelo Vaccarezza sia gli altri esponenti politici del Pdl – dichiara -, per i quali è arrivata la richiesta di rinvio a giudizio nell’indagine sulla presunta raccolta di firme false per le elezioni provinciali del 2009. Nessuna richiesta della Procura potrà scalfire la mia stima che ho per loro che hanno dimostrato sul campo di essere amministratori onesti e capaci”.

“L’inchiesta – prosegue Ciangherotti – riguarda una fattispecie complessa (come lo è, in particolare l’imputazione di concorso avanzata nei confronti del presidente Vaccarezza) ed allora mi chiedo: come mai alla direzione provinciale del Pd di Savona non usano la stessa prudenza usata in casa Ds, quando Massimo D’Alema era stato indagato per finanziamento illecito accertato, nel processo a proposito di 20 milioni di lire in nero versatigli nel corso di una cena dal boss delle cliniche Francesco Cavallari, legato alla Sacra corona unita? Reato, questo, poi, successivamente caduto in prescrizione”.

“Senza dimenticare – sottolinea – che sull’attuale presidente del Copasir la Procura di Milano sta ancora vagliando la sua posizione nell’ambito delle indagini sulla scalata dell’Unipol alla Bnl di Consorte nell’estate del 2005; infatti il gip Clementina Forleo, che ipotizzava un suo concorso nell’aggiotaggio di Consorte, ha trasmesso gli atti alla Procura, sostenendo che non è necessario il permesso del Parlamento europeo per usare nei suoi confronti le famose intercettazioni telefoniche. Più che mai, ora, in questo processo sulla raccolta delle firme, va ricordato il principio costituzionale della presunzione di innocenza, mentre il Pd savonese per dare fiato alle trombe, non essendo in grado di muovere alcuna censura all’operato amministrativo di Vaccarezza, ne chiede avventatamente le dimissioni”.

“Attendiamo, quindi, con serenità il vaglio del Tribunale e rinnoviamo ancora una volta la piena fiducia ad Angelo Vaccarezza e alla squadra dei politici della Pdl della provincia di Savona. Siamo certi poi – conclude Ciangherotti -, senza alcuna presunzione, che Angelo Vaccarezza, come Roberto Schneck insieme agli altri politici indagati, usciranno assolti da ogni tipo di addebito”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. pasquino62
    Scritto da pasquino62

    per W.W. …..sono all’antica: …….meglio soli che male accompagnati !!! Eheheheh

  2. leva1974
    Scritto da leva1974

    Tra un attestato di stima di Ciangherotti ed un avviso di garanzia penso che mi vergognerei di più della prima!

  3. IronMan
    Scritto da IronMan

    @ Pippo . . . se è per questo Quaini è anche più logorroico e prolisso di Ciangherotti!

  4. Scritto da Paolomad

    Quante parole inutili e quanta confusione, io credop che ai cittadini onesti interessi sapere se nella raccolta delle firme sia stata rispettata la legge oppure no. Semplicissimo Assessore Ciangherotti, vogliamo solo sapere se la legge va rispettata o se invece possiamo modificarla a nostro piacimento come più volte viene dimostrato ai piìù alti livelli. Mi piacerebbe sapere qual’è il suo pensiero a tal proposito senza tanti giri di parole.

  5. Scritto da pippo

    Basta, fatelo tacere…interviene su tutto senza spiegare niente, è prolisso, logorroico, fuori tema, travisa i fatti anche quelli storicamente acclarati, si spaccia per essere la voce della coscienza della Nazione e non si è mai confrontato con alcun elezione, di lui Luttazzi direbbe che “ha la faccia di chi è stato picchiato da piccolo, ma non abbastanza”.
    Ecchepalle !!!