IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pasquale (Camera Commercio): “Sfruttare le occasioni di sviluppo del territorio”

Savona. Un’unità di intenti come premessa per affrontare le sfide del nuovo anno: un pre-requisito indispensabile affinchè la Camera di Commercio di Savona svolga un ruolo di primo piano nella ripresa economica del nostro territorio. Ne è convinto il presidente Luciano Pasquale che, questa mattina, ha elencato gli obiettivi 2011 dell’ente che amministra.

“Aiuteremo le imprese e le persone ad uscire da una fase critica come quella che stiamo vivendo ora – dice il numero uno della Camera di Commercio savonese -. Bisogna cogliere le occasioni di rilancio per la nostra provincia”. E, a proposito di progetti tanto discussi come quelli di Tirreno Power, Maesk, autostrada Albenga-Predosa, e del rilancio della Piaggio Pasquale commenta: “Sono importanti perchè molti di questi progetti possono aprire i cantieri nei primi sei mesi del 2011, si tratta di occasioni da non sprecare perchè qui c’è in gioco il futuro delle nuove generazioni”.

Per quanto riguarda le prossime comunali a Savona Pasquale commenta: “Si tratta di un momento di confronto per la città, ma non credo proprio che andranno ad incidere sulle prospettive di sviluppo del territorio. Noi lavoreremo al fianco dei cittadini e delle imprese. Certo, anche l’enete che amministro dovrà fare i conti con l0’austerità, ma la sfida sarà quella di fare meglio con meno risorse: questo è possibile. Il primissimo passo concreto che compiremo, in ordine di tempo, sarà quello di sostenere Euroflora, la fiera gevovese dei prodotti florovivaistici, una vetrina importante per le nostre aziende”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da juan

    La piattaforma distruggerà la Baia di Vado e la viabilità subirà un’altra mazzata…la baia di vado….ma l hai mai vista ? dove abiti a hong kong?la baia di vado e’ realmente inguardabile e dove sorgera’ (spero) la maersk e’ la zona piu’ obrobriosa ..silos e nastri carbone vecchi di 50 anni , wc per camionisti , feci da tutte le parti ,,pontili e scarichi inquinanti direttamente amare …
    probabilmente e’ dagli anni 30 che non vieni a vado ….
    inoltre hai le idee piuttosto confuse sulle ferrovie : il raddoppio con la metropolitana leggera verrebbe stroncato sul nascere dai tuoi amici pseudoambientalisti o da qualche ottuso comitato..valorizzazione agricoltura??? cosa vuol dire ritornare a piantare i cavoli come 60 anni fa???non capisco…riqualificazione patrimonio alberghiero??? cosa vuol dire finanziare gli albergatori affinche rifacciano nuovi le LORO strutture…bohhhh???!!

  2. Scritto da Resist

    Prospettive di sviluppo per il nostro TERRITORIO??
    La piattaforma distruggerà la Baia di Vado e la viabilità subirà un’altra mazzata.
    L’autostrada Albenga-Predosa distruggerà un’intera vallata.
    L’ampliamento della centrale a carbone peggiorerà l’aria che respiriamo.
    Si potrà invece dare molto lavoro facendo cose serie:
    -Completo raddoppio della ferrovia GE-XXmiglia
    -Rifacimento con doppio binario della SV-TO
    -Metropolitana leggera tra tutti i centri della costa.
    -Recupero edilizio di tutto il patrimonio esistente.
    -Valorizzazione dell’agricoltura
    -Riqualificazione del patrimonio alberghiero.
    Chi ha altre idee da suggerire al Dott.Pasquale può andare avanti….