IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Nan e Gadolla rispondono a Melgrati: “Vuoto di contenuti e offensivo”

Più informazioni su

Continua il botta e risposta tra il consigliere regionale Marco Melgrati da una parte ed Enrico Nan e Gianfranco Gadolla dall’altra, rispettivamente Coordinatore Regionale e coordinatore area metropolitana Genova di Futuro e Libertà.

“In occasione del convegno del Pdl svoltosi sabato scorso a Genova solo una voce stonata ed offensiva si è alzata. Indovinate chi? Solo colui che meno sa parlare di politica e in più esprime valutazioni vuote di contenuto e dense di offese: il Consigliere Melgrati – dichiarano Nan e Gadolla -. A tali affermazioni avevamo risposto: ‘Infame significa, secondo il vocabolario, persona che ha una brutta fama’. Ci stupisce pertanto che tale epiteto ci sia stato rivolto proprio da Melgrati, ex leghista (un altro infame?) che in fatto di ‘fama’ non è certo da prendere come esempio, anche se è vero che presso la Procura della Repubblica si è fatto un certo ‘nome’. La veemente replica del soggetto ci fa pensare che abbiamo colpito nel segno”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da paolo gervasi

    @gentile Cepollina cercheró di essere telegrafico e chiaro

    1) non recito..esprimo un mio parere personale…da attento osservatore della realtá
    2) non ho mai fatto politica attiva né mai fatto parte di alcun schieramento politico…
    3) come tanti ho quasi sempre votato centro destra (e non votavo an)
    4) ritengo una scelta coraggiosa (tenuto conto anche del clima che é stato creato e delle continue bassezze mediatiche) la scelta di Fli di comprendere ció che parecchi elettori (e mi creda…man mano che il grande bluff del libro dei sogni si materializzerà in tutta la sua drammatica veridicità saranno molti di piú quelli che abbandoneranno la nave…) avevano da tempo compreso….non é da luglio che non si fanno le riforme necessarie e promesse ma da anni (Berlusconi ha occupato la poltrona di premier ben 9 anni su 16).
    5) Questo continuo richiamo alle ideologie non fa che confondere le acque (a uso e consumo di chi ha interesse a farlo contando sulla buonafede dell’elettore medio italiano che si fida ciecamente ammaliato dai sorrisi, dalle belle parole, dalle barzellette, dalle battute, dall’innegabile ed invidiabile capacità comunicativa di BErlusconi)!Oggi, nel momento storico in cui viviamo…esiste un modo di destra o di sinistra differente per risolvere la disoccupazione, per garantire i servizi essenziali ai cittadini, per combattere l’evasione fiscale (quella vera…)! Parlando di ció che conosco meglio….ma Lei l’ha letta la manovra fiscale correttiva estiva? DA cosa s differenzia rispetto alle manovre lacrime e sangue del ministro VIsco? Lei lo sa che da febbraio vengono nuovamente aumentate le sanano i sul ravvedimento operoso (come se le imprese ed i professionisti si divertono a non riuscire a pagare nei termini imposte e tasse). Mi scusi…ma io preferirei guardare avanti e vorrei vivere in un paese dove si abbia il coraggio di dire che sono stati commessi degli errori e delle dimenticanze…anziché addossare sempre ad altri la colpa delle proprie inefficienza! Se poi si vuole parlare del terzo Polo come elemento animato da confusione ideologica…che Le devo dire? Andiamo avanti così….ma qualcuno allora ci spieghi….(sempre ammesso che lo scontro politico si debba ridurre a scontro di ideologie) che c’entrano soggetti politicamente opposti come Calearo, Scilipoti, Razzi e CEsario con questa maggioranza (non é un caso….ho richiamato solo quei politici che hanno preso all’ultimo minuto la s’offerta decisione di non votare la sfiducia….ah come s’offrono ancora oggi questi degni rappresentati del nostro paese….ma quanto s’offrono). Comunque….Buon Natale…a tutti!

  2. hi-tech
    Scritto da hi-tech

    Pun non stravedendo per FLI sono pienamente daccordo con NAN.
    Sul fatto di non ritenere istituzionalista Fini rispondo che per essere piu’ fedele allo Stato e alle Istituzioni del nostro vostro presidente del Consiglio ci vuole ben poco. Figuriamoci Fini che in tema di difesa dello Stato non è dietro certamente a nessuno. La maggioranza solida che spera cepollina non esiste oggi nel PdL e deve farsene una ragione: i mezzucci della campagna acquisti di Mr..B non sono bastati ad assicurare agli aziendalisti una tranquillità che possa consentire di governare.
    LìIl Paese non è piu’ l’isola felice cosi’ come Loano non è piu’ “..Una Loano da bere” sono finiti i tempi che i pidiellini raccontano ancora la sera ai loro nopotini in cui ” …facevamo quello che volevamo..!” .

  3. Scritto da Biagio MURGIA

    Siccome ho una buona memoria, ricordo bene che quando la Irene PIVETTI era Presidente della Camera ed ebbe a criticare alcune scelte del Governo, se pur marginali e non certo di vitale importanza, il signor FINI alzò ben bene la voce, criticando il fatto che la Presidente della Camera doveva essere “super parte” chiedendone anche le DIMISSIONI. E ora????? Proprio lui che da co-fondatore del PDL ( che ricordiamo è stata una sua scelta, senza nemmeno consultare la base del partito di AN che era contraria alla perdita del simbolo e delle sue radici politiche….)e da Presidente della Camera, ha fondato un MOVIMENTO CHE HA PRESENTATO UNA MOZIONE DI SFIDUCIA AL GOVERNO CHE E’ QUELLO CHE LO HA MESSO LI DOVE STA (E SEMBRA CHE CI STIA TANTO BENE DA NON VOLERSENE ANDARE PER NESSUNA RAGIONE) E PER CONTRO CHIEDE LE DIMISSIONI DI BERLUSCONI????? MA CI VUOLE PROPRIO UNA BELLA FACCIA DA C……….. E COME DICEVA GOVI “ANCHE LE PIETRE SI RIVOLTANO SE E’ FINI A GUARDARLE”…..Nemmeno un briciolo di dignità….

  4. pasquino62
    Scritto da pasquino62

    Corvi e merli discutono su quanto possa essere nero ………il nero.

  5. G.B. Cepollina
    Scritto da G.B. Cepollina

    Comprendo la rabbia ed il disappunto dell’amico Gervasi, che ormai recita la parte del finiano d’assalto duro e puro, per la cocente delusione avuta martedì scorso. Ora il gruppo dei finiani (non lo definisco un partito perché non si è mai presentato al giudizio degli elettori e tutti i parlamentari che hanno aderito sono stati eletti nel Popolo della Libertà – Berlusconi presidente) è dovuto confluire in questo presunto “grande centro” dove di grande c’è solo la confusione di idee, dagli ultracattolici alla Binetti ai radicali d’assalto stile Della Vedova, tanti sedicenti leader e molti colonnelli e caporali. Quello che drammaticamente manca mi sa che sia l’esercito ossia gli elettori…
    Nonostante non sia dotato della spropositata cultura del nostro “bocchino dei poveri” conosco bene la norma sull’assenza di vincolo di mandato per i parlamentari, norma che non dovrebbe esimere gli eletti dal dovere morale di rispettare il volere degli elettori.
    Gli italiani hanno dato un largo mandato a Berlusconi per governare, a mio giudizio lo strappo di Fini è un atto irresponsabile e dannoso per il paese giustificato solo dall’enorme ambizione personale del personaggio che vede in Berlusconi un ostacolo alla sua sete di potere. Fini indubbiamente è stato costretto dalla situazione contingente a sciogliere AN e a confluire nel PDL ma da subito ha iniziato a “remare contro” nel tentativo di primeggiare. Da ricordare come nella recente campagna elettorale regionale non ha mosso un dito per sostenere i candidati PDL con la scusa della sua neutralità per il ruolo di presidente della camera. Neutralità presto dimenticata quando è divenuto leader della sua piccola formazione politica ed ha usato gli uffici di presidenza della Camera dei deputati per cercare di convincere deputati a votare la sfiducia al Governo.
    Ma su una cosa devo concordare con Gervasi, l’attività di Governo e praticamente ferma da Luglio, ma la colpa è solo da attribuire alle scelte irresponsabili di fini e dei suoi sodali che hanno ostacolato ogni provvedimento compresi quelli previsti dal programma elettorale del 2008. Ora le strade sono due: o si raggiunge una maggioranza solida e si continua la legislatura con il Premier ed il Governo scelto dagli italiani o si torna al giudizio degli elettori.
    Comprendo che questa prospettiva terrorizzo la sempre più sparuta pattuglia di sedicenti “futuristi” ma prima o poi il momento della verità arriverà e gli italiani giudicheranno severamente chi non ha rispettato il loro mandato. Diceva quello che fini definì “il più grande statista del XX secolo”‘ “i traditi saranno pure degli ingenui ma i traditori resteranno sempre degli infami”…