IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Giro di prostituzione di ragazze orientali, 2 cinesi a giudizio: sentiti testimoni

Savona. Questa mattina in Tribunale a Savona si è celebrata una nuova udienza di un processo che vede sul banco degli imputati, con l’accusa di sfruttamento della prostituzione, due cittadini cinesi, Y.L., 28 anni e Y.S., 44 anni, che erano finiti in manette nel maggio 2007 nell’ambito di una maxi operazione dei carabinieri che aveva portato all’arresto di 14 persone. I militari avevano scoperto un gigantesco giro di prostitute orientali che aveva gettato le proprie basi in Piemonte, Lombardia e Liguria. Delle case squillo erano infatti state scoperte anche ad Albissola Mare, Varazze e Borghetto.

Secondo le indagini degli uomini del Nucleo operativo provinciale di Savona, il “cuore” dell’organizzazione era a Milano, in via Carnevali, alla Bovisa, dove in una casa era stato allestito un call center. Il cliente, ligure, lombardo o piemontese che fosse, leggeva l’annuncio in cui si offriva sesso a pagamento e telefonava al numero indicato: al telefono non rispondeva però la squillo cinese ma un'”operatrice” a Milano. La donna dava le indicazioni su come raggiungere la casa in Riviera, poi avvertiva la prostituta, che quasi sempre non parlava una parola di italiano, dando le istruzioni del caso. Un metodo efficacissimo di controllo dell’organizzazione e dei suoi introiti.

Nell call center milanese erano stati sequestrati oltre una cinquantina di telefoni cellulari, ognuno dei quali corrispondeva a una casa-squillo. Tra gli arrestati c’erano anche due savonesi che però hanno già patteggiato la pena. In aula stamattina sono stati ascoltati un maresciallo ed un luogotenente dei carabinieri che si sono occupati delle indagini. I militari hanno ricostruito alcuni punti della vicenda ed hanno chiarito quali erano, sempre secondo quanto emerso dalle indagini, i ruoli dei due imputati nell’organizzazione.

Al termine delle audizioni il Collegio dei Giudici ha deciso di rinviare il processo al prossimo 17 gennaio quando verrà conferito un incarico peritale per svolgere delle trascrizioni di alcune intercettazioni telefoniche. L’udienza successiva, durante la quale continueranno le audizioni dei testimoni, è stata invece fissata per il 21 giugno.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. pirata
    Scritto da pirata

    Anche questi “falcetti” si sono insediati in Italia!!!