IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La Società Filarmonica di Finalborgo sabato celebra la festa di Santa Cecilia

Finale. Sabato 11 dicembre a conclusione delle attività musicali che nel corso dell’anno hanno accompagnato le ricorrenze religiose e le manifestazioni laiche, la Società Filarmonica di Finalborgo celebra la festa di Santa Cecilia, la santa romana vissuta tra il secondo e terzo secolo, patrona della musica, dei musicisti e dei cantanti.

Programma: alle ore 16,30 il corpo bandistico sfilerà per le vie del “Borgo” ed alle ore 18 parteciperà alla S. Messa celebrata nella Basilica di S. Biagio.  Terminata la funzione religiosa, i musicanti proporranno un breve concerto nella piazza antistante la chiesa ed alle ore 19,30, presso il Ristorante “Il Portico” di Feglino, concluderanno la giornata con il pranzo sociale insieme a famigliari, amici e soci del sodalizio.

La festività di S. Cecilia, è un momento irrinunciabile dei complessi bandistici la cui celebrazione si manifesta in tutta Italia con iniziative legate alle tradizioni culturali locali a dimostrazione della forte radicazione della musica “popolare” nel il contesto socio-culturale in cui si inserisce.
 
Finalborgo non è da meno. Quest’anno l’evento si unisce ai tradizionali auguri per le imminenti festività natalizie; da ciò il particolare repertorio che sarà eseguito. Durante la sfilata verranno, suonate marcette tipo “Roccaraso, “Monviso”, “Viva la banda”. Nelle soste nelle piazze e piazzette del centro storico si suoneranno i canti natalizi tradizionali, compreso “Tanti auguri”  e “Tu scendi dalle stelle”.

Da segnalare un simpatico momento: in piazza Aycardi di fronte al Teatro, l’associazione “I vegi du Burgu” offrirà ai musicanti una tazza di cioccolata calda a dimostrazione della simpatia e dell’affetto dei finalborghesi verso la “loro” Filarmonica e la coesione tra le associazioni che mantengono vive le tradizioni popolari in un’epoca che sembra voler dimenticare le proprie radici.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.