IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Conti pubblici, Loano rientra nel Patto di Stabilità

Loano. Loano rientra nel Patto di Stabilità. Ad annunciare la notizia è l’assessore al Bilancio Pietro Oliva. “Dopo un difficile anno per il bilancio del Comune di Loano – dice l’assessore Oliva – grazie ad una manovra di forte riduzione delle spese e alla vendita di Villa Italia, rientreremo nel Patto di Stabilità”.

È stata un’entrata straordinaria di circa 2 milioni di euro, introitata per una modifica convenzionale dalla Portobello SpA, ora Marina di Loano, che ha messo il Comune di Loano fuori Patto, impedendogli assunzioni di personale, contrazione di mutui e riducendo, in piccola parte, i trasferimenti statali.

Per l’esercizio 2010, infatti, le modalità di calcolo dell’obiettivo da raggiungere in relazione al Patto di Stabilità interno facevano riferimento al solo esercizio 2007, anno dell’entrata straordinaria.

“Per rientrare nel Patto – spiega Oliva -, la Giunta Comunale ha approvato quest’anno una manovra di forte riduzione dei costi dei servizi ritenuti meno importanti. Nel contempo abbiamo lavorato sul fronte delle entrate, decidendo di alienare l’immobile di proprietà denominato Villa Italia, da anni inutilizzato, e introitando con grande attenzione gli oneri di urbanizzazione e i proventi dei servizi svolti dall’ente. La manovra è stata accompagnata da un continuo monitoraggio da parte degli uffici competenti per verificate le risultanze sull’allineamento dei valori necessari per il rispetto del Patto di Stabilità”.

“Il rilascio del nulla osta delle Soprintendenze Regionali nello scorso mese di novembre per l’alienazione di Villa Italia è stato il primo passo importante verso il raggiungimento dell’obiettivo. Nonostante i tagli – prosegue Pietro Oliva – va però dato atto che l’amministrazione ha comunque portato avanti la realizzazione di importanti opere pubbliche quali la palestra delle scuole medie Ramella e le rotonde sulla via Aurelia, oltre alla progettazione esecutiva della bretella dei Meceti, pronta ad andare in gara nel 2011″.

Rispettare il Patto di Stabilità è diventato per i Comuni una priorità, anche in considerazione del rafforzamento delle sanzioni per gli enti inadempienti. Il non rispetto del Patto comporterebbe nel 2011 pesanti tagli ai trasferimenti statali in aggiunta a quelli già disposti, che nel caso del Comune di Loano ammontano a circa 300 mila euro.

“Dopo l’assestamento di bilancio del 26 novembre scorso – conclude l’assessore Pietro Oliva – abbiamo verificato un significativo avvicinamento ai valori richiesti con un risultato positivo che migliora di 800 mila euro il risultato del monitoraggio precedente. Tutto ciò ci indica una reale possibilità di rientro nel Patto di Stabilità per il 2010”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.