IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Calcio, il Calizzano batte la Spotornese 4 a 2: la cronaca della partita

Pietra Ligure. Trentasette reti segnate in 12 partite. Il potenziale offensivo del Calizzano è da categoria superiore e il pubblico accorso domenica a Pietra Ligure per assistere alla partita tra i giallorossi e la Spotornese lo ha potuto constatare. La squadra allenata da Fabio Zanardini è andata a segno 4 volte, ma il suo bottino avrebbe potuto essere più consistente perché nella ripresa ha sprecato tante occasioni. La Spotornese ha retto bene per un tempo, ma nella seconda frazione è stata in balia del gioco della capolista.

La gara si gioca in una giornata soleggiata sul terreno del De Vincenzi, sul quale il Calizzano è stato costretto ad emigrare. Nel primo minuto la Spotornese si spinge avanti: calcio d’angolo, Ravera tocca a Biffi che prolunga per Puppo, il cui esterno si spegne a lato. Sul cambio di fronte c’è un corner dalla sinistra calciato da Trimarchi, Rasetto fa da sponda e Torsoli prova la girata impegnando Frumento in una respinta, l’azione prosegue e Trimarchi da fuori area chiama ancora alla parata il portiere ospite.

Frumento capisce presto quale giornata lo aspetta: al 6° c’è un cross dalla destra di Cantatore, Siri respinge corto e Rossignolo con una gran botta costringe l’estremo biancoceleste alla parata in corner.

La formazione di mister Pino Cavallaro non sta a guardare e conquista una punizione da posizione defilata sulla sinistra, ma Sinopia calcia a lato. All’11° Leveau si propone sulla destra e fa partire un diagonale che esce di un soffio; per l’arbitro è angolo, Sinopia non ci sta, protesta e si becca il primo cartellino giallo dell’incontro. Il Calizzano lo batte a sopresa ma De Stefano fa ripetere e il corner non dà frutti.

Dopo qualche minuto di tregua, il risultato si sblocca: il Calizzano manovra sulla trequarti, la sfera giunge sulla destra a Leveau che dal limite dell’area fa partire una stoccata di destro che batte Frumento sul suo palo. I giallorossi insistono e al 23°, dopo una prolungata azione, Albini va al tiro da fuori ma non ha buona mira. Poco dopo Frumento, che nel primo tempo deve fare i conti con il sole in faccia, è chiamato ad una parata a terra su un tiro ravvicinato di Dushi.

La Spotornese abbozza una reazione e al 26° Peluffo scodella una palla in area per Puppo ma è troppo lunga e Zanut la fa sua. Poco dopo Rigardo inventa un passaggio filtrante per il numero 9 biancoceleste che va al tiro da fuori area ma impatta male. Il Calizzano sa essere più incisivo: angolo dalla destra di Leveau, Frumento respinge in uscita, la sfera torna a Leveau che spara a rete, nuova replica del portiere e Torsoli cerca di appoggiare in rete ma la difesa ospite salva come può.

Poco dopo c’è un cross dalla destra di Trimarchi per la testa di Albini ma Rigardo lo anticipa. I locali sembrano aver preso in mano saldamente l’incontro, quando, al 35°, giunge il pareggio biancoceleste. Peluffo va sul fondo sulla sinistra e crossa, la palla attraversa l’area e perviene a Antonelli, entrato da soli 6′, che, dimenticato dalla difesa, batte Zanut siglando l’1 a 1.

La capolista non ci sta e cerca di replicare immediatamente. Cross di Leveau che imperversa sulla destra, in area Torsoli colpisce di testa ma è centrale e Frumento respinge. Poco più tardi Albini avanza sulla sinistra e passa a Torsoli che mette in area rasoterra ma nessuno dei suoi ci arriva e la difesa spazza.

Nel frattempo giunge in tribuna un gruppetto di sostenitori del Calizzano con tanto di sciarpe al collo. Il loro primo coro è per Rossignolo, che viene definito “meglio di Pelè”, ma non è il bomber della squadra a regalare la gioia ai suoi sostenitori, bensì Dushi. Il centrocampista ha spazio dalla grande distanza e fa partire un tiro che sorprende Frumento: 2 a 1.

I giallorossi insistono: al 43° Dushi dà un bel pallone in verticale per Rossignolo ma Cipollina lo contrasta e Frumento in uscita si impossessa del pallone. L’ultimo tentativo, però, è della Spotornese: angolo dalla sinistra di Ravera, il colpo di testa di Puppo è facile preda di Zanut.

Nella ripresa il Calizzano si spinge subito avanti alla ricerca del colpo del ko. Al 5° lungo lancio di Siracusa per Torsoli che è bravo a resistere alla marcatura di Cipollina e a provare il diagonale, ma manda a lato. All’8° ci prova Dushi da fuori ma questa volta non ha buona mira. Poco dopo la squadra guidata da Zanardini dà vita ad un’azione pericolosa con Trimarchi che dalla destra taglia l’area con un passaggio per Albini, il quale tocca a Dushi: il suo tiro da distanza ravvicinata è respinto da Frumento.

All’11° Rossignolo ha spazio e va al tiro da fuori area, il suo sinistro è alto di poco. La pressione dei locali non si placa e al 12° vengono ripagati: Dushi dalla trequarti con un preciso traversone imbecca Rossignolo che è bravo a controllare e ad accentrarsi, ma il suo tiro è respinto dal portiere; la sfera torna a Dushi che questa volta opta per il tiro dalla distanza e infila nuovamente il pallone nel sette: 3 a 1.

Il goal di fatto chiude la partita: i biancocelesti accusano il colpo e sembrano non aver più lo spirito per lottare, il Calizzano fa accademia. Al quarto d’ora cross di Leveau per Rossignolo che aggancia in extremis e va al tiro ma non trova lo specchio della porta. Al 17° gran lancio di Dushi per il neo entrato D’Anna che elude l’uscita di Frumento, Cipollina torna su di lui e nel tentativo di allontanare il pallone lo manda a colpire il palo della sua porta, poi De Stefano ferma il gioco ravvisando un fallo di D’Anna.

In campo c’è solo il Calizzano. Entra in campo anche Mao, acclamato dai suoi tifosi, e si mette subito in luce vincendo due contrasti in area e servendo un cross per Rossignolo che in scivolata non ci arriva per un soffio. L’azione prosegue e Rasetto si trova indisturbato in area e batte a rete: palo, la palla perviene a Dushi che tocca a Rossignolo, Frumento si oppone. Il pallone è ancora in gioco: Dushi serve Rossignolo che tira e centra anch’egli il montante.

Dopo dopo Rossignolo ruba palla a Sinopia e va al tiro, palla a lato di un niente complice una lieve deviazione. Sugli sviluppi del tiro dalla bandierina Leveau colpisce di testa e Frumento con un volo evita in goal. Subito dopo l’estremo spotornese fa suo in presa un tiro cross di Dushi.

Non è finita: alla mezz’ora Leveau entra in area e con una potente conclusione costringe Frumento alla deviazione in angolo. Al 34° Dushi scappa agli avversari per le vie centrali, entra in area e fa partire un rasoterra che il numero 1 ospite respinge. L’assedio termina al 36°, quando Rossignolo riceve palla al limite e con precisione batte Frumento.

Ottenuto il 4 a 1 il Calizzano tira i remi in barca e la Spotornese cerca di salvare l’onore. Ci riesce al 38°: Biffi viene atterrato in area da Cantatore e De Stefano indica il dischetto. Nonostante il risultato i giallorossi protestano. Il calcio di rigore viene trasformato da Puppo che spiazza Richero.

Il goal riaccende le iniziative ospiti. Al 43° cross pericoloso di Ravera dalla sinistra e con qualche affanno la retroguardia allontana. La Spotornese ottiene due calci d’angolo in successione, ma non riesce ad andare al tiro. Nel recupero ci prova invece Dushi mandando a lato; infine Rossignolo dribbla Rigardo e Cipollina, si presenta davanti a Frumento che gli nega la gioia del secondo goal personale.

Il tabellino:
Calizzano – Spotornese 4 – 2 (p.t. 2 – 1)
Calizzano: Zanut (s.t. 1° Richero), Leveau, Cantatore, Rasetto (capitano), Siracusa, Cano, Trimarchi, Dushi, Torsoli (s.t. 21° Mao), Rossignolo, Albini (s.t. 14° D’Anna). All. Zanardini.
Spotornese: Frumento, Rigardo (capitano), Siri, Cipollina, Sinopia, Peluffo (s.t. 19° Scarpat), Ravera, Mandaliti, Puppo, Ruda (p.t. 29° Antonelli), Biffi. All. Cavallaro.
Arbitro: De Stefano (Savona).
Reti: p.t. 20° Leveau (C), 35° Antonelli (S), 40° Dushi (C), s.t. 12° Dushi (C), 36° Rossignolo (C), 39° Puppo (S).
Ammonizioni: p.t. 11° Sinopia (S), 44° Siri (S),
Calci d’angolo: Calizzano 13, Spotornese 4.
Fuorigioco: Spotornese 5, Calizzano 3.
Recupero: 1′, 4′.

Clicca qui per vedere alcune immagini della partita.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.