IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Basket, il cuore non basta all’Azimut Loano: prevale la forza del Cus Torino

Loano. Il Pool 2000 torna dalla seconda trasferta consecutiva con un altro ventello sulle spalle, ma questa volta la sconfitta assume un’altra faccia lasciando motivi di soddisfazione per l’entourage bianconero. Il Cus Torino si rivela squadra attualmente inarrivabile che viaggia sulle ali dell’entusiasmo per i brillanti risultati di inizio anno trascinata dall’energia positiva dei suoi giovani talenti.

Parte a razzo la formazione piemontese, l’ex di turno Ficetti è caldissimo e sigla 12 dei primi 20 punti dei suoi. I bianconeri subiscono l’onda d’urto degli universitari trascinati dal pubblico che gremisce all’inverosimile la palestra Panetti. Kapedani fa sentire la sua forza sotto le plance e con 6 punti mantiene a galla i propri, una tripla di Bovone ed una sullo scadere di Manuelli sono i primi segnali della riscossa. Il primo quarto si chiude 28 – 16 per i piemontesi con i ragazzi di coach Fiorito che viaggiano su medie superlative (9 su 12 da due e 3 su 5 da tre).

I bianconeri però dimostrano grande carattere e capacità di soffrire, in difesa iniziano a mettere polvere negli ingranaggi locali ed in attacco trovano con più continuità la via del canestro. Dopo il 31 – 16 siglato da un 2 più 1 di Danna, due canestri di Del Sorbo riattivano i loanesi. Coach Costagliola dopo poco però deve sostituire la guardia bianconera gravata di tre falli. Trova importanti risposte dai due giovani Bussone (classe 1992) e Manuelli (classe 1994): una tripla del primo ed un gioco da tre punti del secondo consolidano la rimonta loanese (31 – 26). Un canestro di Cantarelli spezza per un attimo il ritmo prima che la coppia di lunghi uscita dalla panchina Michelis – Larconetti produca un nuovo strappo e porti l’inerzia della gara totalmente a favore degli ospiti. Un tripla di Larconetti riporta in parità l’incontro sul 33 – 33 a quattro minuti dalla fine del secondo quarto. La terza interruzione del gioco per problemi al tabellone elettronico costringe gli arbitri a continuare la gara con strumenti manuali. Ne risente il gioco ma soprattutto accusano il colpo i bianconeri che vedono arrestare il proprio momento positivo. Si va a metà gara sul 39 – 35 per i locali.

Parte bene il Kopa Engineering nel secondo tempo: la formazione piemontese è cinica nel punire gli errori bianconeri e trasformare in contropiede l’inefficacia di attacchi ben costruiti. E’ micidiale Riviezzo che con un tap-in a rimbalzo ed una conclusione in contropiede firma un break di 6 a 0 in avvio. I bianconeri, nuovamente sotto di dieci lunghezze, non mollano. Si accende Del Sorbo e con suoi sette punti i loanesi firmano il 4 a 14 di controbreak che conduce al nuovo pareggio a quota 49 a sei minuti del terzo quarto. La partita si fa dura, i piemontesi perdono Ficetti per un colpo al naso ricevuto a rimbalzo. La palestra Panetti diventa una bolgia, si susseguono le pause e gli arbitri faticano a tenere in mano le redini dell’incontro. Un canestro di Raucci (straripante la prova del coloured classe 1990 ex Biella con 16 punti e 12 rimbalzi) segna il 57 – 51 ed il nuovo tentativo di fuga locale al quale replica Del Sorbo con un’altra tripla.

Coach Costagliola ricorre alle rotazioni per far rifiatare capitan Ciarlo e gli altri esterni ma due fischi arbitrali, il secondo dei quali per un antisportivo, mettono fuori dalla gara un positivo Manuelli. Prima due liberi di Danna poi una tripla di Tassone mettono nuovamente distanza tra le due formazioni, divario che viene allungato da un’altra tripla di Raucci per il 67 – 54 finale di terzo quarto. I loanesi a questo punto sono tramortiti e non hanno più la forza fisica e le energie nervose per reagire, i cussini invece volano sulle ali dell’entusiasmo continuando a sciorinare bel basket e giocate spettacolari. La partita si chiude sul punteggio di 89 – 69.

“In primo luogo i miei complimenti al Cus, allo staff tecnico ed ai ragazzi, la migliore squadra senza ombra di dubbio sino ad ora incontrata in questo campionato – dichiara Costagliola a fine gara -. La valutazione della nostra prestazione è positiva, ci abbiamo provato. Personalmente mi interessava ricevere una risposta emotiva importante dai ragazzi dopo la brutta figura di Trecate della setttimana scorsa. Per due volte siamo andati sotto di dieci lunghezze ma abbiamo avuto la capacità di rimarginare lo svantaggio dimostrando grande carattere e compattezza di gruppo. Non nascondo un pizzico di rammarico perchè in entrambe le occasioni in cui siamo arrivati al pareggio e con l’inerzia a nostro favore alcuni episodi non sono girati a nostro favore, sarebbe stato simpatico vedere cosa sarebbe successo con il trend emotivo completamente invertito. Adesso però bisogna subito indirizzare rabbia ed energia nei canali giusti e concentrarsi sulla prossima gara contro il Campus Varese, un match contro un’avversario della nostra fascia che bisogna assolutamente vincere per fare un passo deciso verso la salvezza diretta”.

Il tabellino:
Kopa Engineering Cus Torino – Azimut Pool 2000 Loano 89 – 69
(Parziali: 28 – 16, 39 – 35, 67 – 54)
Kopa Engineering Cus Torino: Cavagliato, Danna 13, Murta, Favario 11, Ficetti 17, Tassone 5, Maccagno 7, Cantarelli 2, Riviezzo 18, Raucci 16. All. Fiorito.
Azimut Pool 2000 Loano: Cainero ne, Del Sorbo 17, Ciarlo 9, Michelis 9, Bussone 9, Bovone 6, Manuelli 8, Ghiretti ne, Kapedani 8, Larconetti 3. All. Costagliola.
Arbitri: Andrea Galliani (Bregnano) e Emanuele Penone (Cantù).

I risultati dell’11° giornata del girone A:
Kopa Engineering Cus Torino – Azimut Pool 2000 Loano 89 – 69
Neve Sestri Levante – Covo Nord Est Santa Margherita Ligure 66 – 58
Cogein Savigliano – Basket Club Trecate 69 – 58
7 Laghi Gazzada Schianno – Team Battaglia Mortara 60 – 63
Coelsanus Varese – Benfante Tortona 66 – 69
Zimetal Alessandria – Don Bosco Crocetta Torino 57 – 52
Cipir Vernici Domodossola – Irte Busto Arsizio 84 – 72

In classifica ci sono quattro formazioni alle spalle dell’Azimut:
1° Benfante Tortona 20
2° Zimetal Alessandria 18
2° Kopa Engineering Cus Torino 18
4° Team Battaglia Mortara 16
5° 7 Laghi Gazzada Schianno 14
6° Cipir Vernici Domodossola 12
6° Cogein Savigliano 12
8° Don Bosco Crocetta Torino 10
9° Coelsanus Varese 8
9° Azimut Pool 2000 Loano 8
11° Basket Club Trecate 6
11° Irte Busto Arsizio 6
11° Neve Sestri Levante 6
14° Covo Nord Est Santa Margherita Ligure 0

L’appuntamento per la prossima gara dell’Azimut Pool 2000, l’ultima di un 2010 indimenticabile, è per sabato 18 dicembre alle ore 18,30 al palazzetto di via Matteotti a Loano.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.