IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bagnasco (Pdl): “La Regione intervenga per la sopravvivenza della pesca tradizionale”

Regione. “Le recenti polemiche riguardanti la pesca dei rossetti e dei bianchetti che hanno interessato le marinerie da pesca della nostra regione hanno messo in evidenza le difficoltà di un settore importante dal punto di vista imprenditoriale e occupazionale, ma anche di grande interesse dal punto di vista turistico”. E’ quanto dichiarano gli esponenti del Pdl, Bagnasco, Rosso, Garibaldi e Rocca, i quali chiedono che il turismo e l’occupazione vengano salvaguardati.

“I ritardi lamentati – attaccano – hanno portato, di fatto, a mettere a rischio la sopravvivenza stessa di molti imprenditori”. Intervenendo sulla questione, il consigliere regionale del Pdl Roberto Bagnasco chiede che, “oltre di qualche enunciazione di principio, la Regione Liguria che, a differenza di altre, ha azzerato qualsiasi tipo di contributo, intervenga per finanziare almeno gli studi tecnici volti alla sopravvivenza della nostra pesca tradizionale”.

“Una pesca che, è bene non dimenticarlo mai, ha caratteristiche artigianali molto diverse da quelle industriali e devastanti tanto poco gradite dalla Comunità Europea. Fare turismo, salvaguardare l’occupazione significa anche valorizzare le nostre migliori tradizioni – conclude Bagnasco –, consentendo ai giovani di mantenere e trovare sbocchi lavorativi nel settore”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. alberto.peluffo
    Scritto da alberto.peluffo

    Il problema non è il fermo biologico, ma il divieto di pesca con reti che in Liguria si usano da sempre, come la sciabica; il che impedisce la pesca non solo del novellame, ma anche di pesci adulti di piccola taglia, come i cicciarelli. E’ una grana che si trascina da dieci anni, e per la quale il PdL, locale o nazionale, non ha mai mosso un dito. Invece di invocare aiuti regionali, Bagnasco&C farebbero bene a sollecitare il loro governo a emanare i regolamenti autorizzativi necessari per andare avanti, non si può pensare che i pescatori campino di elemosina!

  2. Scritto da Resist

    Per cortesia BASTA DEMAGOGIA!!!!
    Proprio per salvare il futuro della pesca è necessario il “fermo biologico” che deve valere per tutti i paesi del Mediterraneo.Mare che piano piano stà morendo.
    Ovviamente dobbiamo farci tutti carico degli aiuti economici ai pescatori che sono penalizzati oggi.
    Ma se il mare si riprenderà ci sarà possibilità di vita per i loro figli.