IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Arrestato per droga Igor Barbino, l’imprenditore della “Savona che conta”

Savona. Una delle sue ultime trovate imprenditoriali è stata l’organizzazione del servizio navetta a pagamento che, questa estate, collegava i locali della zona, da Vado ad Arenzano. Un’idea utile, anche a fronte delle numerose campagne sulla sicurezza stradale che raccomandano ai ragazzi di non mettersi alla guida ubriachi o, peggio ancora, sotto l’effetto di sostanza stupefacenti. Al di fuori della sua attività encomiabile di guidatore a tutela dei più giovani, però, qualcosa è andato storto martedì scorso: nell’auto dell’ingegnoso imprenditore è stato rinvenuto mezzo etto di cocaina purissima.

A smascherare l’uomo – Igor Barbino, 37 anni, savonese – è stata la polizia stradale genovese nel corso di un controllo al casello dell´Aeroporto sull´A10 Genova-Ventimiglia e che ha portato ad una perquisizione che ha incastrato l’imprenditore. Insieme a lui, una ragazza di 24 anni denunciata a piede libero.

Barbino è molto conosciuto a Savona, soprattutto negli ambienti che “contano”, come spesso ama ricordare. E proprio su Facebook – non si sa quanto ironicamente – ha fondato un gruppo che riflette la sua “filosofia” di vita e che porta il nome: “La Savona bene, quella che conta”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Giudice
    Scritto da Giudice

    certamente qualche magistrato che lo metterà fuori. non temere Red1966. Così come ci credono i vari sostenitori che si leggono nei commenti precedenti. Neppure davanti all’evidenza riescono ad ammettere …..
    Siate almeno un po’ coerenti. Gli hanno trovato in auto mezz’etto di coca ( e non era coca cola ). E’ possibile che, per quanto gli siate amici, non riusciate ad avere la lucidità di condannarne il gesto!

  2. red1966
    Scritto da red1966

    … come volvasi dimostrare ha dichiarato che era per uso personale… MA DAIIII… CHI CI CREDE!!!!!

  3. Giudice
    Scritto da Giudice

    Ad ogni modo, e poi chiudo l’argomento visto che il mio pensiero a riguardo è stato ampiamente espresso, io mi sono basato solo sui fatti narrati. Io FB non so neppure cos’è ( intendo che non sonoiscritto e non ho visto ne letto nulla sulle sue pagine). Per me era, è , e rimarra un perfetto sconosciuto che deteneva 50 gr. di stupefacente e che per quanto suppongo non per uso personale. Solo per questo era, è e rimarra una persona da biasimare. Tutto qui.

  4. Ariannabio
    Scritto da Ariannabio

    @ Giudice: e se fosse..ipotizzimo..la savona che conta per me..magari io ho un gruppo simile dove tengo le mie amiche più care, chiuso per gli altri e dove solo noi leggiamo le nostre cose..intendo forse che per me il resto del mondo non conta un ca….?
    Non discuto che sia giusto o meno criticare chi fà servizi per la comunità e poi viene fermato con un quantitativo non indifferente di droga (anche li soggettivo..fossero stati chili..cmq..)
    Non mi pare che importi molto ciò che faceva nelle sue pagine face…o chi teneva nei suoi gruppi..invece sia qua che nell’articolo del secolo i relativi commenti erano incentrati sul suo gruppo o sul fatto che uno della savona bene fosse finito in manette..
    Se non fossero state pubblicate le foto di lui nella vasca..ed i racconti di come viveva la sua vita..quei commenti ci sarebbero stati? o si fermavano al fatto in sè..ossia droga e lavoro?
    (foto prese dal profilo, mi sà che alcune mie le levo..perchè bisogna veder il contesto in cui son state fatte,,ce ne è una mia in costume..se poi finisco sul giornale per presunto addescamento..come vedreste quella foto fatta in vacanza..come tale o come una foto per provocare i clienti?) Ripeto quindi..non discuto la notizia in sè o i commenti alla droga, è che vicino ad essi ho letto sia qua che in altre sedi commenti sui gruppi face o sulla gente che frequentava impostati, mi spiace dirlo, come una sorta di invidia e personale vendicatività per ipotetici torti..forse non è il tuo caso..non ho guardato il tuo commento singolo..ho letto quelli che ci sono in generale..e questa è l’impressione negativa che ho avuto..quindi..la sua potrà esser ipocrisia..ma farsi abbindolare cosi dall’apparenza delle immagini o da quel che apposta è stato fatto o non fatto trapelare dal suo profilo lo trovo superficiale..

  5. Giudice
    Scritto da Giudice

    Ariannabio: una notizia del genere viene commentata sempre con disprezzo. Qualunque sia l’autore della detenzione dello stupefacente. Se però a detenere un quantitativo tale da far presupporre che lo stupefacente non sia per uso personale ( e già questo sarebbe comunque disdicevole ) ma bensì utilizzato a fini di spaccio, è una persona che nel sociale promuove iniziative a favore dei giovani per far si che non guidino ubriachi o peggio e poi magari e proprio lui a lucrare sulla vita di questa gente; se è uno che dice di far parte della “Savona che conta” ( ciò , è implicito, significa che ce n’è una parte che invece non conta un c…) la cosa da un po’ più di fastidio. A casa mia , come ho già detto e ribadisto, si chiama IPOCRISIA.