IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

AIB Savona, bilancio 2010 all’insegna dell’acqua: “42 giorni e 1800 ore di lavoro”

Più informazioni su

Savona. Trentuno dicembre. Tempo di bilanci anche per l’Aib (Unione delle squadre antincendio boschivo e Protezione Civile) di Savona. “Il 2010 è stato un anno all’insegna dell’acqua. La maggior parte degli interventi dei Volontari dell’Unione Squadre AIB di Savona è stata incentrata sulle alluvioni di Varazze ad Ottobre e Bocca di Magra – tuttora in corso – e sulla nevicata di inizio marzo in Savona. Il tutto senza dimenticare l’ordinaria amministrazione del controllo della viabilità minore in caso di nubifragi e vento” spiegano dall’Aib savonese.

“Solo questi interventi hanno fatto contare 93 presenze in 17 giornate, per oltre 650 ore di lavoro. Per Varazze abbiamo garantito mediamente 6 persone al giorno per 9 giorni. Dal punto di vista del fuoco, registriamo un anno tranquillo per il territorio del comune di Savona, con solo 5 interventi di bonifica su piccoli incendi. Durante tutto l’anno è proseguita l’attività di prevenzione incendi sia sotto forma di pulizie di sentieri e strade tagliafuoco, che con i pattugliamenti coordinati dal Corpo Forestale. Altre attività, più tranquille ma altrettanto impegnative, sono state la processione del venerdì Santo con 25 Volontari in supporto alla Polizia Municipale, e la Fiera di San Bartolomeo del Bosco, che nei due giorni ha contato 49 presenze”.

“Ricordiamo con piacere l’iniziativa dell’Assessorato ai quartieri della castagnata a Santuario, per la prima volta aperta al pubblico e che ha riscosso un eccezionale successo. Complessivamente i Volontari sono intervenuti in 42 giornate, per circa 300 presenze e un totale di oltre 1800 ore: un’annata molto tranquilla rispetto alle 3500 ore del 2009 (terremoto dell’Abruzzo) e alle circa 2500 del 2007 e 2008 (incendi di Quiliano e Cadibona, visita del papa)” osservano dall’Aib.

“Attualmente contiamo 76 Volontari, attivi per Antincendio boschivo e Protezione Civile, e con adeguate dotazioni di protezione individuale per entrambe le specialità. Come previsto dalla Legge Regionale sull’antincendio boschivo, stiamo portando avanti il programma di visite mediche periodiche e di formazione per le nuove leve, sia con attività programmate dalla Regione che con corsi interni, spesso in collaborazione con altri preposti del soccorso. E’ significativo notare che i Volontari rappresentano uniformemente tutte le fasce di età: passiamo dai 18 anni degli ultimi ragazzi in prova agli 81 di Santo e 78 di Alfredo, due veterani. Altro dato che risulta difficilmente quantificabile, ma che è tangibile dal punto di vista operativo, è una inattesa ma valida miscellanea di tipologie di impiego (pensionati, studenti, turnisti, tempo pieno, ecc.) che garantisce la reperibilità di Volontari pressoché in ogni momento della giornata e della settimana” aggiungono i responsabili dell’Unione delle squadre antincendio boschivo e Protezione Civile.

“Come evidenziato dai dati dell’attività, le emergenze si stanno spostando sempre di più verso il settore della protezione civile, inteso sia sotto forma di intervento in zone di disastro che di assistenza durante manifestazioni. L’AIB Savona sta lavorando in questo senso, soprattutto nell’ottica dell’ammodernamento del parco mezzi che ha visto l’acquisizione, tramite autofinanziamento, di un mezzo bivalente antincendio/protezione civile, al quale presto se ne affiancherà uno analogo acquisito tramite la Regione”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Resist

    Un GRAZIE di cuore a tutti questi Volontari!!!!
    In una società dove si sete dire spesso “pensa ai fatti tuoi”,sapere che tante persone si dedicano invece al “bene comune”, è un segno di speranza.
    “BUON ANNO”!!!!