IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Accoltellamento tra marocchini, in 3 a giudizio: non luogo a procedere per prescrizione

Savona. Non doversi procedere per prescrizione del reato. Si è chiuso così questa mattina, nel tribunale savonese, il processo che vedeva imputati tre marocchini, R.D., 35 anni, H.A., 47 anni, e A.V., di 64, che, nel marzo 2001, ad Albenga, avevano accoltellato un connazionale ferendolo molto gravemente.

Inizialmente l’ipotesi di reato a carico dei tre era tentato omicidio ma, stamattina, il pubblico ministero ha derubricato l’accusa in lesioni personali aggravate e di conseguenza è entrata in gioco la prescrizione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Bandito
    Scritto da Bandito

    hi-tech, come hai detto, i giudici hanno solo il potere (e aggiungerei anche il dovere) di far applicare le leggi. Far passare nove anni e poi derubricare un’accusa di tentato omicidio in lesioni è un modo per AGGIRARE le leggi e poter assolvere persone decisamente colpevoli, e questo lo chiamo NON APPLICARE LA LEGGE VOLONTARIAMENTE, vale a dire andare contro quello che è il loro DOVERE ISTITUZIONALE. E di questo dovrebbero rispondere, senza tirare in ballo destra o sinistra, ma solo il senso comune.

  2. Scritto da Resist

    @biciclettaro,
    sono d’accordo…chi sbaglia deve pagare…anche se,pardon…soprattutto se è un Magistrato che decide della vita delle persone.
    Onestamente bisogna dire che qualche Magistrato è stato cacciato,anche se, a mio parere,un magistrato corrotto dovrebbe andare in galera.
    Detto questo,il tentativo continuo di delegittimare la Magistratura,come fa questo Governo, è veramente distruttivo per la nostra democrazia.

  3. hi-tech
    Scritto da hi-tech

    … Mi pareva strano che non ci si mettesse di mezzo la politica..!
    Si perchè oggi, pare assurdamente strano che la diatriba politica coinvolga apparati ISTITUZIONALI dello STATO come la Magistratura. Cio’ in barba ai dettati costituzionali che ne sanciscono l’assoluta indipendenza. Evidentemente, a qualcuno farà comodo se le Leggi con le quali i Giudici debbono operare,( ricordo, che queste leggi sono generate ed approvate dalla classe politica ) consentono paradossi giudiziari di questo tipo. TANTO PER TENERE L’ALLENAMENTO, i filoguidati di DESTRA si accaniscono con i Giudici. Ignari pur se consci del fatto che gli stessi hanno il solo “potere ” di far applicare le Leggi. Non credo che una restrizione della procedura e un inasprimento delle pene faccia realmente comodo a chi ha imperniato la perenne campagna elettorale attaccando la Magistratura..:-) Siete OVVII e un po’ LOGORROICI.
    Posto che il sistema va aiutato con leggi eque per consentire ai Magistrati di fare LIBERAMENTE il proprio difficile mestiere, perchè non vi fate parte attiva nel promuovere serie riforme che siano un po’ diverse dagli INDULTI, DAI LODI , DAI LEGGITTIMI IMPEDIMENTI, e da tutte le ridicole contromisure che hano solo lo scopo di CONSENTIRE AI VOSTRI PADRONI DI ELUDERE LA LEGGE? Iniziamo ad eliminare l’odioso e ipocrita istituto del pattegiamento, retaggio di una sottocultura da mercato di tipo americano. Aboliamo una certa quota di norme che ancora sono penali ma che meriterebbero di migrare nell’ambito AMMINISTRATIVO ( …non esultate PRIMA del tempo….non mi riferivo a quelle fiscali o di bilancio…EH!!!!) , corredandole di pene pecuniarie adeguate e certezza delle sanzioni accessorie realmente utili allo Stato.
    Aboliamo almeno un grado di giudizio. Insomma: invece di voler schiacciare il Magistrato e renderlo inoffensivo per il vostro tornaconto, rendiamolo realmente in grado di operare senza il solito giochetto ormai sgamato di far terra bruciata attorno ad un Istituzione per poi sputtanarne la fama….!

  4. Scritto da Biagio MURGIA

    Ma di che cosa vi meravigliate…….SONO ANNI ORMAI CHE ANCHE DALLE PAGINE DI IVG CI SDEGNIAMO E CI ARRABBIAMO NEL VEDERE DELINQUENTI DI TUTTE LE CATEGORIE, RAZZA E COLORE CHE FANNO QUELLO CHE VOGLIONO TANTO POSSONO CONTARE SULL’IMPUNITA’ QUASI TOTALE e queste ultime parole le ebbe a dire un Magistrato della DIA di Napoli a proposito della scarcerazione per decorrenza dei termini di alcuni camorristi. Ma finiamola di indignarci e incazzarci, che ci risparmiamo dei mal di pancia…. Comunque è un dato di fatto che la SINISTRA HA SEMPRE DIFESO GLI EXTRACOMUNITARI SPECIALMENTE QUELLI IRREGOLARI CON IL SOLITO PIETISMO E BUONISMO ITALIANO…..BASTA IO MI SONO STUFATO DI ESSERE BUONO E CARO… CHI DELINQUE DEVE ESSERE MESSO IN GALERA E POI CACCIATO A PEDATE NEL CULO; MENTRE CHI LAVORA ONESTAMENTE DEVE ESSERE AIUTATO AD INTEGRARSI E RIPETO AD INTEGRARSI NELLA NOSTRA SOCIETA’, NON A CONTINUARE A VIVERE IN ITALIA COME FACEVA AL SUO PAESE…. VISTO CHE LE NOSTRE LEGGI SONO DIFFERENTI DA QUELLE DEI PAESI DA DOVE QUESTI EXTRACOMUNITARI PROVENGONO.

  5. biciclettaro
    Scritto da biciclettaro

    Per Resist… spero non fosse riferito al mio intervento… la mia è solo un idea per poter valutare l’operato di qualcuno. In un sacco di lavori se sbagli, ne subisci anche le conseguenze e non capisco perchè in altri si debba essere immuni alla cosa. Notizie del genere le leggevo tranquillamente anche prima dell’avvento di berlusconi e dei suoi tagli. Per altro, per evitare malintesi, ci tengo a dire che il vittimismo e piagnisteo giornaliero di berluconi nei confonti della magistratura mi dà il volta stomaco.