IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Caccia, Enpa allarmata per sentenza Corte Costituzionale: “Attentato alla natura”

Savona. La Protezione Animai savonese sul piede di guerra per la sentenza 315 della Corte Costituzionale, che annulla l’articolo della legge regionale che consente la caccia nelle aree cosiddette “attigue” ai parchi. “Denunciamo l’ennesimo attentato agli animali ed alla natura che, per colpa dei cacciatori, rischia di essere attuato dalla Regione Liguria. A seguito della sentenza della Corte Costituzionale temiamo che i parchi vengano ulteriormente ridotti, se non aboliti come già propone a tempo di record il consigliere Bruzzone, da un Consiglio regionale favorevole ai cacciatori” dicono dall’Enpa.

“Ricordiamo che nei parchi regionali liguri si è raggiunto negli scorsi anni, tra i politici (quasi tutti amici dei cacciatori) ed i cacciatori, un compromesso che ha ridotto vergognosamente l’area dei parchi, come quello del Beigua (dimezzato!), per liberare territori alla caccia a scapito dei benefici alle popolazioni locali che le aree protette producono; tali superfici sono state artificiosamente definite ‘contigue’ e, in violazione della legge nazionale sui parchi che vi consente la caccia ai soli residenti, vi è stata consentita l’attività a tutti i cacciatori indistintamente” precisano dalla Protezione Animali.

“E’ quindi facile previsione attendersi lo sconvolgimento dei parchi liguri per aggirare la sentenza della corte costituzionale a solo favore della caccia, condannando le realtà locali, come sta avvenendo nel Finalese, a rinunciare ai notevoli finanziamenti statali, regionali ed europei che costituiscono, come dimostra il vicino parco delle CinqueTerre, un volano potente per il rilancio del turismo e la creazione di posti di lavoro preziosi” aggiungono dall’associazione animalista.

“L’Enpa non esiterà a rendere noti, come già fatto in occasione del recente prolungamento di mezz’ora dopo il tramonto della caccia (contro il quale ha presentato un esposto al governo per palese illegittimità) i nomi dei Consiglieri regionali che approveranno questa ennesima vergogna filovenatoria” concludono dalla Protezione Animali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.