IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Villanova: uno stormo di rondini “pernotta” nel centro storico ogni sera foto

Villanova D’Albenga. Uno stormo di rondini campeggia nel centro storico di Villanova d’Albenga. Dai primi giorni del mese di luglio, il piccolo comune della Valle Lerrone sta vivendo questo fenomeno di carattere eccezionale. Ogni sera, tra le 20 e le 20.30, centinaia e centinaia di uccelli raggiungono l’arteria principale del borgo villanovese, ovvero via Garibaldi, per riposare sui fili della pubblica illuminazione. Ma non solo. Le rondini sembrano gradire anche ogni piccola nicchia presente sui muri delle case ed i bloccanti per fermare le persiane ed ogni cavità ricavata dalle incisioni presenti sulla facciata della centralissima chiesa di Santa Caterina d’Alessandria. Il piccolo uccello migratore, però, si è “impossessato” solo in parte della lunga via, ovvero quella più centrale. Tutte le sere, lo stormo si posiziona tra vico San Rocco, vico Ponte e vico Santa Caterina, per ripartire poi dopo l’alba, catturando così l’attenzione dei numerosi turisti, che con il naso all’insù, del tutto meravigliati, osservano i numerosissimi animali.

“E’ la prima volta che a Villanova d’Albenga si vede un così gran numero di rondini – dichiara il sindaco Domenico Cassiano. In genere costruiscono qualche nido per poi farvi rientro nella primavera ma mai abbiamo assistito a questo strano episodio”.

La zona a traffico limitato sicuramente agevola il riposo di questi uccelli e l’assenza di smog nel centro storico probabilmente ricrea una sorta di habitat naturale  che porta le rondini a campeggiare in quel tratto di strada. Neppure i ragazzini che giocano a pallone sembrano dar fastidio ai piccoli volatili: lo stormo resta immobile e quando una rondine si sposta per cambiare posizione ecco che inizia una vera competizione per riconquistare quel “posto letto” perso poco prima. Nell’intero centro storico sono presenti numerosi fili, persiane e potenziali posatoi di ogni genere, ma le rondini amano restare in gruppo e solo in quel determinato tratto di strada. 

“Silenziosissime sembrano osservare quanto accade più in basso – continua Cassiano -. Nessuno riesce a capire quale sia il vero motivo per cui abbiano scelto quel punto del centro storico -. I vicoli adiacenti alla strada restano vuoti, così come il resto della via. Al mattino, come per magia spariscono e nessuno del paese non sa in quale direzione siano dirette per poi ricomparire puntuali all’imbrunire”.

Lavoro in più per i cantonieri del paese che ogni mattina devono ripulire e disinfettare la strada ma l’amministrazione è ben contenta di questa presenza che sicuramente è sintomo di qualcosa (anche se nessuno sa cosa) che nel piccolo borgo villanovese funziona benissimo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Ypsilon
    Scritto da Ypsilon

    Interessante….e buon segno, molti animali, tra i quali le rondini si distinguono per sensibilità, percepiscono cose che all’uomo sono negate…

    E fa soprattutto piacere leggere che la cosa sembra essere apprezzata, che ci stia per essere un epidemia di buon senso ?