IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Varazze, Ascom Confcommercio e Assoalberghi: “Lavorare sui comprensori”

Più informazioni su

Varazze. Il potenziamento del “fuori albergo” con attività e divertimenti per fasce di età; un’attenta verifica sulla possibilità di realizzare parchi pubblici a tema per il divertimento dei bambini; la progettazione di centri benessere per allungare l’alta stagione anche nel periodo invernale.

E’ il piano di lavoro dell’Ascom-Confcommercio e dall’Assoalberghi di Varazze per puntare su una maggiore collaborazione tra Comuni dello stesso comprensorio, con l’obiettivo di dare impulso all’economia turistica savonese, superando le ristrettezze economiche dei singoli Enti locali.

Riteniamo assolutamente utile ragionare in termini di unione tra Comuni vicini nell’ambito di un piano turistico– dicono Marilena Ratto dell’Ascom e Andrea Bruzzone dell’Assoalberghi – in modo da poter garantire una maggiore offerta diversificata dell’ospitalità, senza dimenticare le attuali sofferenza economiche dei Comuni. Tutti non possiamo avere tutto, ma il campanilismo degli ultimi anni ha prodotto solo danni”.

La proposta è di individuare spazi a disposizione in tutti i centri costieri e, con una programmazione coordinata da piani turistici urbani, disegnare i comprensori del futuro, così come le Categorie di Varazze han no già proposto nel passato.

“Ad un esempio: gli Amministratori locali dovrebbero impegnarsi a liberare il fronte-mare creando un’unica isola pedonale, cercando di trasferire a monte il traffico, chiedendo un solo contributo complessivo per un unico progetto, realizzando importanti economie”, dicono ancora Ratto e Bruzzone. Ma l’ipotesi dei Comuni raggruppati in comprensorio, secondo le Categorie, potrebbero risolvere anche altri problemi rimasti troppo spesso insoluti. 

“Valutare seriamente il divertimento a livello comprensoriale, significherebbe, nel concreto, stabilire anche identici orari di apertura dei locali e i decibel tollerati, oltre che evitare antipatiche sovrapposizioni tra centri vicini nel calendario annuale degli eventi. E, a proposito di sicurezza, se ci fosse un maggiore coordinamento tra Municipi, si potrebbero mettere in campo una più efficace Forza di Polizia Locale tra Vigili e altre Forze dell’Ordine, in modo da garantire sempre controlli senza doppioni e interventi tempestivi in caso di necessità”.

A questo scopo, i presidenti Ratto e Bruzzone chiedono che si apra un primo tavolo di confronto tra Varazze, Celle e le Albissole per avviare una programmazione unitaria. Per rispolverare il Piano turistico urbano presentato a suo tempo, e per ripercorrere ad esempio la stessa esperienza del Parco del Beigua, anche se solo a livello promozionale.
E lo stesso discorso vale per le telecamere di sorveglianza, “anche se – sostengono le Categorie – sarebbe opportuno che fossero collegate a diverse centrali operative, in modo da consentire interventi tempestivi e più mirati delle Forze dell’ordine, in grado di garantire un territorio costantemente presidiato nell’arco delle 24 ore”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.