IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Vado, querelle tra l’assessore Guelfi e il Pd: controreplica del circolo vadese

Vado L. Dopo la replica dell’assessore ai lavori pubblici del Comune di Vado Ligure, Franca Guelfi, ai recenti attacchi del Pd savonese sul presunto immobilismo dell’amministrazione sul fronte degli interventi pubblici, oggi, arriva la controreplica da parte del Circolo del Partito Democratico di Vado.

“Il progetto originale della risistemazione di Via Gramsci era stato concepito in maniera differente rispetto alle decisioni messe in opera dall’attuale giunta. L’illuminazione come attualmente concepita è un pericolo per gli abitanti della via, in quanto aggevolerebbe il ‘lavoro’ dei ‘topi d’appartamento’ avendo installato i pali proprio a ridosso dei balconi e delle finestre dei primi piani delle abitazioni, senza contare che alcuni abitanti si troveranno la casa completamente illuminata a giorno tutta la notte” osserva il portavoce del Circolo Pd vadese, Gabriele Bocchio.

“L’attuale giunta bloccando l’accordo di programma (solo per gli aspetti di riqualificazione urbana) sulla piattaforma Maersk, ha fermato i trasferimenti degli abitanti del Gheia. Non esiste ad oggi ancora nessuna alternativa al progetto Maersk tanto sbandierata dalla giunta Caviglia in campagna elettorale – proseguono dal Pd -. Tutti i giardinetti con i giochi per i bambini e le strade comunali delle vallate sono in stato di abbandono. In special modo i giardinetti di Via Pertinace a Sant’Ermete, anche dopo numerose lamentele da parte dei cittadini, continuano ad essere senza illuminazione, sporchi e completamente abbandonati. L’amministrazione comunale è stata solo capace di ‘adottare aiuole’ per incentivare il decoro urbano”.

“Vorremmo chiedere a questo punto alla Sig.ra Guelfi se fosse possibile: adottare una buca nella strada; adottare un giardinetto; adottare addirittura una strada o qualche altro servizio pubblico. A questo punto sarebbe lecita una domanda. Ma il Comune? Questa amministrazione comunale invece, non solo non cura gli aspetti per i quali gli elettori hanno posto la fiducia, ma ha aumentato la bolletta della spazzatura a tutti i vadesi e ha aumentato i costi dei servizi per le famiglie. Tutto questo a fronte di 24 milioni di entrate all’anno per 8000 abitanti!” concludono dal Pd che annuncia che nei prossimi giorni effettuerà una campagna di protesta con dei volantini.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da antonio gianetto

    Circa la grande muraglia di vado, fortemente voluta da l’ ex giunta, sembrano esserci novità:
    http://www.uominiliberi.eu/index.php?option=com_content&view=article&id=1523:azzerata-la-piattaforma&catid=42:vado&Itemid=50

  2. Scritto da acrobat2004

    Certo, hanno un bel coraggio questi personaggi, dopo aver “svenduta” la città all’A.P., aver portato le condizioni di salute dei cittadini vadesi e di tutto il comprensorio savonese a un punto di “non ritorno” (vedi prima Enel poi InterPower e dopo Tirreno Power), dopo aver lasciato la manutenzione delle strade, dell’illuminazione, del verde pubblico, delle spiaggie, della fognatura, dei giardini a iniziare da Segno per terminare alle Murate passando per Porto Vado nell’abbandono più completo (perché interessava che si facesse la piattaforma Maersk, chissà perché)per anni, ora si ergono a giudici dell’operaato di una Giunta insediatasi da poco più di un anno. Dovrebbero fare una sola cosa che li riabiliterebbe, VERGOGNARSI e NASCONDERSI. A Vado vogliamo gente con il quoziente di intelligenza più alto di questi pseudo interlocutori. Grazie