Benvenuto

Registrati - Accedi

Le notizie di ARCHIVIO
  • Segui i Feed di IVG.it
IVG.it
Articolo n° 105866 del 23/09/2010 - 18:02

Turni di reperibilità, Giudice del lavoro accoglie ricorso di 36 infermieri del San Paolo

Ospedale San Paolo

Savona. Trentasei infermieri, tutti impiegati all’ospedale San Paolo di Savona, hanno vinto un ricorso contro l’Asl 2 Savonese davanti al Giudice del Lavoro del Tribunale di Savona. Oggetto della “discordia” tra dipendenti e datore di lavoro è la disponibilità per i turni di reperibilità.

Gli infermieri che hanno presentato il ricorso, che erano assistiti dagli avvocati Luigi Gallareto e Andrea Bava, avevano infatti dato la loro disponibilità a svolgere fino a 6 turni di reperibilità al mese. Secondo quanto da loro riferito, l’azienda però molto spesso non rispettava questa “soglia” mettendo di fatto i lavoratori nella condizione di dover fare ben più dei turni fissati dalla regola senza però ricevere un compenso. Il contratto prevedeva infatti un compenso per la pronta disponibilità solo fino alle 6 volte al mese.

Per questa ragione è partito il ricorso nel quale si chiedeva che “dichiarato l’inadempimento della Asl 2 all’obbligazione contrattuale di cui all’articolo 7 comma 10 del CCNL (‘Di regola non potranno essere previste per ciascun dipendente più di sei turni di pronta disponibilità al mese’) la medesima venga condannata al risarcimento del danno da inadempimento”. Insomma i dipendenti chiedevano che fossero loro riconosciuti tutti i turni di reperibilità, oltre il sesto, svolti al mese dal gennaio 2004 al marzo 2010.

Nel marzo 2010 infatti la Asl e le parti sociali hanno trovato un accordo che stabilisce che, per ogni reperibilità oltre la sesta, venga percepito un compenso di 10 euro. Il giudice del lavoro Caterina Baisi, questa mattina, ha quindi accolto il ricorso degli infermieri obbligando la Asl a pagare con gli interessi ai 36 lavoratori tutte le reperibilità effettuate, dalla sesta in poi, ogni mese nel periodo gennaio 2004-marzo 2010.

Il giudice ha ritenuto equo, come prevede il nuovo accordo del contratto, il compenso di 10 euro per ognuno dei turni di reperibilità “aggiuntivi” che ogni infermiere ha svolto al mese.

Scrivi un commento...
Per commentare questo articolo registrati o fai il login.