IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Tirreno Power, presidio dei lavoratori: “Crediamo nella centrale e nel suo sviluppo” foto

Regione. I lavoratori di Tirreno Power hanno svolto un presidio sotto la sede della Regione Liguria in attesa dell’incontro sul futuro della centrale di Vado Ligure. Oltre 200 presenti in Piazza De Ferrari, arrivati con pullman e mezzi privati. IVG.it ha raccolto la voce di alcuni lavoratori dell’indotto, preoccupati per un mancato sviluppo del sito: “Lavoriamo nella centrale e crediamo nella sua crescita industriale e occupazionale. Pensiamo che sia un ambiente sicuro e certificato e siamo favorevoli al progetto di ampliamento che prevede un investimento senza precedenti per il territorio”.

Quanto ai problemi ambientali: “In centrale lavorano persone di Vado, Quiliano e Valleggia, e non credo proprio che metterebbero al primo posto il lavoro rispetto ad un così grosso pericolo di salute per i loro figli che vivono nel comprensorio…”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da juan

    probabilmente la centrale di genova e’ protetta politicamente come lo sono a vado il terminal rinfuse ,e la infineum di cui nessuno parla perche’ politicamente non rende ( all infineum ci lavora l assessore illarcio….ma sara’ per questo?????…

  2. Scritto da Riverbero

    @Carlo M. non mi pare che la centrale di Genova non abbia subito “attacchi ambientalisti” in questi anni. Non ti ricordi di Greenpeace ?
    http://download.kataweb.it/mediaweb/image/brand_repgenova/2008/10/26/1225023951319_ap1.jpg
    Tra l’altro quella di Genova è veramente una centrale vetusta, in pratica la polvere di carbone la tiene insieme..
    Credo che come capacità produttiva non sia proprio paragonabile a Vado.

  3. hi-tech
    Scritto da hi-tech

    Sviluppo non vuol dire inquinamento. Forse 30 anni orsono era così ma oggi no.
    Non si puo’ restare in ostaggio del ricatto occupazionale.
    Occorre indurre Tirreno Power a realizzare un modello di sviluppo differente. Le Istituzioni devono posizionare i paletti opportunamente per tutelare il territorio e la popolazione e NON schierarsi a priori dala parte dei datori di lavoro solo perchè oggi usa così…!

  4. Iosif
    Scritto da Iosif

    Nessuno vuole mettere a rischio la salute di chi che sia i lavoratori vogliono solo realizzare l’ampliamento a patto che questo ne vada a beneficio di tutti.

  5. Carlo M.
    Scritto da Carlo M.

    Boh, potrei scrivere “come fanno gli ambientalisti estremisti a urlare e strumentalizzare persone che hanno gravi problemi di salute con operazioni di un cinismo che fa venire la pelle d’oca?” oppure “come mai per gli ambientalisti esiste solo Tirreno Power e la cokeria che inquina 200 volte di più o la centrale a carbone Enel che continua ad operare ogni giorno sotto la Lanterna è come se non esistessero? Gatta ci cova?”. Ma non lo scrivo, perchè sono serio.