IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Tirreno Power, Berruti (Fictem Cgil): “I lavoratori chiedono un confronto serio” foto

Quiliano. “I lavoratori sono gli attori principale di questa vicenda ma sono anche molto amareggiati in una situazione in cui si dice che il loro lavoro altamente specializzato e qualificato, contribuisce a fare ammalare la comunità. Su questa vicenda si è parlato a sproposito, spesso ci si dimentica che il cittadino lavoratore è dentro a questa azienda” ha detto Fulvio Berruti segretario provinciale Fictem Cgil a margine dell’incontro presso il comune di Quiliano a cui hanno preso parte le organizzazioni sindacali di categoria e il gruppo di lavoro misto costituito dai comuni di Vado Ligure e Quiliano per monitorare la situazione di Tirreno Power. 80 i lavoratori della centrale che hanno voluto assistere alla riunione che si è svolta presso la Sala Giunta. In molti sono rimasti fuori dal palazzo comunale.

“I lavoratori non stanno zitti senza far niente. La loro presenza oggi non ha i tratti del presidio e della mobilitazione. Sull’ampliamento l’opinione dei lavoratori è quella non di un sì a prescindere, noi siamo per dire che l’azienda ha un progetto importante che non può passare sopra la testa delle comunità ma bisogna aprire un confronto serio tra le istituzioni e gli enti locali”.

“Se dal confronto nascesse l’obbligo di passare obbligatoriamente al ciclo combinato, questa eventualità porterà dei problemi anche a noi ma non credo che da parte dell’azienda ci sia un ricatto occupazionale”.

“In Tirreno Power tra il 2009 e il 2010 ci sono state 40 assunzioni vere a tempo indeterminato a fronte di cassa integrazione in varie aziende intorno alle 1000 unità. Questo non significa che al padrone buono bisogna far fare tutto quello che vuole. Certe iniziative industriali devono confrontarsi con il territorio. L’azienda ha sbagliato a cercare facili consensi. Anche grazie ad una nostra iniziativa invece il 30 settembre è previsto un tavolo di confronto in Regione” ha concluso Berruti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Valerio B.
    Scritto da Valerio B.

    I sindacati hanno un ocasione d’oro per dimostrare il valore di cio’ che rappresentano.

  2. COPPI
    Scritto da COPPI

    Finalmente qualcuno che ragiona e che si guarda attorno constatando che in un momento di crisi come è questo si debbano salvaguardare lavoro e cittadinanza.

  3. Scritto da Marrasso T.

    Mi sembra che i sindacati abbiano le idee chiare e siano anche disponibili ad un dialogo serio e costruttivo, che tenga conto di tutti gli aspetti fondamentali come salute, lavoratori e cittadini.
    Bene!

  4. Valerio B.
    Scritto da Valerio B.

    “Su questa vicenda si è parlato a sproposito”……….finalmente si comincia a ragionare in modo concreto e propositivo.