IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona Calcio: gli Ultras 1972 sospendono il tifo

Più informazioni su

Savona. Gli Ultras Savona 1972, per l’entrata in vigore dell’obbligatorietà della tessera del tifoso e per la mancanza di un adeguato ricambio generazionale comunicano la sospesa attività del gruppo a partire dalla data odierna fino a tempo indeterminato. “Purtroppo non si sono più i presupposti per proseguire ad essere ultras nella maniera che siamo stati in questi lunghi 38 anni” scrivono i supporter biancoblu.

“Un doveroso ringraziamento va a tutti quelli che hanno condiviso il
nostro modo di vivere ultras, seguito il nostro percorso partecipando
alle nostre battaglie, sofferto e gioito con noi, sostenuto la gloriosa
maglia biancoblu a prescindere dalla categoria militata, perso la voce
cantando nonostante si giocasse sui campetti di periferia o in stadi
gloriosi” affermano ancora i tifosi.

“Come per quasi tutte le cose anche noi abbiamo avuto un inizio e
purtroppo abbiamo una fine, sicuramente non avrà mai fine il nostro amore
per il Savona Fbc 1907 che continueremo a seguire anche senza essere
dietro lo striscione ultras. Un ovvio pensiero e ringraziamento va alle nostre sezioni sparse per il nord italia e ai nostri amici & gemellati”.

Un pensiero molto speciale va a Danilo e a tutti i veri ultras che ci
guardano dall’alto e che continueremo a ricordare sempre, comunque e
ovunque. Gli appartenenti e tesserati del gruppo continueranno a seguire la sorte dei biancoblù nei modi e nella forma che riterranno più oppurtuni
ricordando a tutti che non sarà di certo la tessera del tifoso a
riportare negli stadi tamburi, megafoni, striscioni, torce e fumogeni: il vero Ultras non muore mai: No alla tessera…”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da simone veneziamestre1987

    Carissimo “Amico” noto dalla tua risposta che lo stadio non lo hai visto neanche con il binoccolo o magari te resti seduto a casuccia al calduccio con la tua copertina,la coca cola in mano e il tuo cagnolino nei piedini senno’ prendi freddo….essere ultras non è solo essere un rissoso, essere ultras è passione, è colore, è amore per la squadra DELLA PROPRIA CITTA’..magari tu tifi per una squadra di serie A dove 50 persone allo stadio non fanno differenza….mentre per una squadra come il Savona avere 50 persone che se ne stanno a casa è una tragedia…..io sono da Venezia e ho assistito a fallimenti, cagate varie (valigetta preziosi non ti dice nulla???) eppure adesso siamo in serie D nn certo per colpa degli ultras, REI di rovinare il calcio..percio’ caro mio, ti invito di andare allo stadio e di tifare, invece di startene a casa e di criticare chi si fà migliaia di km all’anno per seguire la squadra del cuore…

    senza rancore

    un ultras veneziano!!

  2. Santillan
    Scritto da Santillan

    Dormiremo lo stesso. Idealmente non dovrebbero esistere ultras. Ma solo buoni sportivi che assistono alla partita tifando in maniera civile e corretta per la propria squadra. Gli ultras che demonizzano il “calcio moderno” dimenticano che nel calcio “antico” erano proprio loro a non esistere.