IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanità, Vaccarezza: “Stop agli sprechi e alle promesse non mantenute dalla Regione”

Loano. “Siamo compatti e abbiamo le idee chiare”: così il sindaco loanese, Angelo Vaccarezza, che ieri ha ospitato l’incontro sul tema sanità tra i rappresentati territoriali del centrodestra, ha esordito nel commentare i risultati della discussione. Discussione che, in realtà, sarebbe durata pochi minuti: “Sappiamo bene ciò che vogliamo per il nostro Ponente”, chiarisce Vaccarezza.

“E’ semplice – continua il sindaco loanese -. Chiediamo alla Regione di smetterla di fare parole inutili e di rispettare le promesse fatte in campagna elettorale. In primis, hanno fatto credere ai cittadini che avrebbero dotato il Pronto Soccorso di Albenga della Rianimazione sette giorni su sette. La realtà è invece che oggi un malato deve trasferirsi nel weekend in un altro ospedale perchè al Santa Maria di Misericordia, il sabato e la domenica, non è in funzione. In secondo luogo chiediamo il ritorno ad un’autonomia amministrativa del Ponente, con un’azienda sanitaria che comprenda l’ospedale di Albenga e il Santa Corona. Questo è l’unico modo per porre fine al continuo depauperamento delle risorse dei nostri ospedali”.

“Poi – continua Vaccarezza – vorremmo che la Regione spiegasse perchè, in campagna elettorale, ha promesso un punto nascite ad Albenga e, soprattutto, perchè sono stati spesi dei soldi per realizzarlo se ora dice esattamente il contrario. Noi, ovviamente lo sappiamo: semplicemente perchè nei progetti dell’attuale amministrazione regionale c’era quello di chiudere il punto nascite a Santa Corona per poi aprirlo ad Albenga nel caso di una vittoria del centrosinistra alle elezioni ingaune. Siamo seri dunque: la Regione governa oggi la sanità con gli stessi uomini con cui la governava ieri, i quali non si possono sottrarre dalle responsabilità dell’ultimo quinquennio. Noi vogliamo che qualcuno paghi per i soldi buttati via ad Albenga. Fino ad allora il territorio non sarà disponibile ad approvare nulla di ciò che prevede il Piano Sanitario. Hanno buttato via soldi senza motivo, inoltre continuano a farlo tutti i giorni con quella carovana presieduta dal dottor Bonanni che è la Agenzia per la Sanità e la Salute della Regione Liguria. Che mettano piuttosto questi soldi a disposizione della gente. In Liguria, purtroppo, c’è una sanità di pessimo livello sulla pelle dei malati”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. G.B. Cepollina
    Scritto da G.B. Cepollina

    ..prendiamo atto che il Sig. Pavarino, dal suo ultimo intervento su IVG, ha ottenuto una laurea in medicina e una in economia, oltre ad un meritato master all’Accademia della Crusca, ed ora è qui a spiegarci che realizzare un reparto di maternità in un nuovo ospedale, attrezzarlo di tutto punto e poi decidere di non aprirlo al pubblico non comporta uno spreco di denaro pubblico. Convinto lui… Attendiamo con ansia una sua spiegazione scientifica sull’utilità dell’Agenzia Regionale per la Sanità e la Salute, nota soprattutto come poltronificio per la sinistra e fonte di spreco di denaro pubblico…

    Mi preme ricordare al Sig. Pavarino che Vaccarezza, ai tempi della sciagurata deaziendalizzazione del Santa Corona, da Sindaco di Loano, difese giustamente l’autonomia del nostro ospedale. In seguito anche il TAR ha certificato che quell’operazione della giunta burlando non ha prodotto nessun risparmio per i conti sanitari regionale ma ha solo penalizzato la qualità dei servizi offerti dal Santa Corona.

    Ma soprattutto mi preme ricordare al sig. Pavarino che a fianco di Vaccarezza, in ogni manifestazione e protesta, insieme a tanti amministratori pubblici della zona, ai sindacati ospedalieri, al personale del Santa Corona, c’era il Dott. Quaini che, al pari degli altri, contestava Burlando definendolo un incapace ed un flagello per la sanità savonese. Salvo, pochi mesi dopo, candidarsi alle elezioni regionali nell’IDV a sostegno dello stesso Burlando per diventare consigliere regionale e presidente della commissione sanità e trovarsi a difendere quelle posizioni scellerate che prima contestava in piazza…

  2. willy
    Scritto da Pier Giorgio Pavarino

    Vorrei proprio sapere a che cosa si riferiscono quando parlano di sprechi?
    forse aver realizzato delle sale operatorie lo ritengono uno spreco?
    ma conoscono i costi della sanità chi parla di sprechi, ha mai gestito un ospedale?
    forse non sanno che una sala operatoria può essere usata indistintamente per qualunque patologia, il lettino, le luci, il bisturi e quant’altro sono i ferri del mestiere per qualunque tipo di intervento.
    se volessimo trovare uno spreco, lo potremmo trovare nella vasca inutilizzata dal costo di circa 50 mila €,
    Che paradossalmente diventa una spesa irrisoria al confronto di in kit di ferri sterili mono uso da usare ad ogni intervento, che va dai 60 mila € ai 90 mila €.
    il vero spreco sono tutte quel fiume di parole inutili, le istituzioni dovrebbero interagire di più, non cercare di mettere in bastone tra le ruote a chi sta lavorando per la collettività.
    chi contesta oggi è quello che in campagna elettorale difendeva a tutti i costi il santa corona, non interessandosi dell’ospedale di Albenga.