IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ronde a Varazze: 30 sequestri di merce contraffatta

Più informazioni su

Varazze. Trenta sequestri di materiale contraffatto di ogni tipo e genere sono stati effettuati finora nel 2010, contro i diciassette del 2009. E’ il dato preminente dell’attività degli ‘Osservatori della Sicurezza’, ovvero le ‘ronde cittadine’ di Varazze, coordinati dall’assessore comunale Giacomo Rolletti.

Oltre al materiale sequestrato e risultato falsificato come cinture, berretti, borse, portafogli, accessori di ogni genere, polo, t-shirts, jeans, giocattoli e altro ancora, che sarà destinato al macero, vengono svolti molti servizi di informazione per i turisti che sovente fermano le pattuglie per chiedere informazioni o segnalare casi che, se ritenuti di gravità, sono immediatamente “girati” via radio al comando della polizia municipale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Bandito
    Scritto da Bandito

    Non capisco tanto astio verso le ronde, sono solo cittadini onesti che, nel loro tempo libero e gratuitamente, girano per la città cercando di aumentarne la sicurezza, chiamando le forze dell’ordine se vedono commettere un reato. Forse non saranno Serpico e Sherlock Holmes, ma sono da rispettare quanto i volontari del soccorso, che di sicuro non sono luminari della medicina ma fanno del loro meglio.
    Quanto ad individuare i depositi, sarà lavoro dei Carabinieri e delle altre forze dell’ordine, mica di chi fa le ronde.

  2. Scritto da freeholly9

    resist ma stiamo parlando di qualche rondaiolo non del RIS !è già tanto che han visto i vu cumprà

  3. Scritto da Resist

    certo i “venditori ambulanti”li vedono tutti(sulla spiaggia ne passa uno ogni 30 secondi..orologio alla mano).
    Ma possibile che nessuno riesca ad individuare i depositi di merce contraffatta a Genova…da dove partono tutte le mattine? Li ci sono i mafiosi che sfruttano questi ragazzi.

  4. Scritto da freeholly9

    belin che sforzo non li nota nessuno i vu cumprà,meno male che ci sono questi “sherlock holmes ” a scoprirli e ad eliminare questa “piaga”….ma non fateci ridere per favore le città avrebbero bisogno di esser controllate sotto altri punti di vista

  5. red1966
    Scritto da red1966

    … non mi risulta che il Codice Penale abbia dato facoltà alle “ronde” di poter procedere al controllo dei venditori ambulanti ed al sequestro di prodotti contraffatti… sicuramente sono stati effettuati dai Carabinieri o dalla Polizia Locale di Varazze… eventualmente su segnalazione degli Osservatori della Sicurezza!!!!