IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pallapugno, Vendone combatte ma si deve arrendere: retrocessione

Vendone. Quasi tutti i dadi sono tratti in serie C1. Appassiona ancora la lotta per la finale, mentre tutto è deciso per la retrocessione. In finale ci va l’Albese, che conquista dunque anche il diritto per la serie B. La partita di ritorno a Bistagno, su di un campo relativamente insidioso, è stata senza storia, 11 – 1 per gli albesi, con un parziale di 10 a 0 al riposo.

Si deve invece attendere ancora per la sfidante, perché il Ricca di Rissolio e Marchisio, che aveva vinto sul campo amico all’andata, si è trovata in difficoltà nel campo della Pro Spigno. Qui hanno fatto la differenza un grande Ferrero al ricaccio ed un ottimo lavoro di squadra, compatta e ben schierata di fronte ad una formazione comunque forte.

Delusione per i tanti tifosi giunti a Vendone, invece. La squadra di casa ha steccato la partita che valeva la permanenza in C1 contro un Torino che è apparso completamente diverso rispetto alle fasi iniziali del campionato.

Ranoisio ha lavorato ai fianchi la formazione ospite con battute alla griglia, cioè sulla griglia che costituisce muro a Vendone. Niente di commestibile, anzi. In alcuni casi è mancata la profondità e dopo un illusorio 2 – 0 iniziale, il Vendone Lampogas è stato raggiunto sul 2 a 2, si è andati al 3 a 3 e un lunghissimo settimo gioco è arriso agli ospiti. In quel momento qualche relai psicologico si è rotto nella squadra ligure, che è apparsa distratta e poi rassegnata, pur combattendo. Al riposo si è andati 7 a 3 per Torino con una partita compromessa.

Ranoisio ha lasciato allora andare il braccio e conquistato altri due giochi con una tattica meno accorta, ma non è bastato per la difficile rimonta, di fronte ad avversari molto concentrati. Biscia superlativo, reattivo ed esplosivo. Buona linea avanzata, con Bertola sugli scudi. Meno nel vivo del gioco Bessone, che però ha effettuato un paio di recuperi importanti. Risultato finale: 5 – 11.

A questo punto si tirano le somme in Liguria: Tavole e Vendone retrocesse. San Biagio fuori al primo turno dei playoff. Andora valida, con un battitore giovane, ma con parte dell’ossatura che aveva vinto la serie B l’anno scorso. Merito ai liguri di aver presentato battitori molto giovani o squadre con giocatori molto giovani, ma i risultati, magari anche per gli episodi, sono stati limitati. Occorre lavorare ancora e lavorare per il futuro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.