IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ortovero, “amministrazione inerte”: la denuncia della minoranza

Ortovero. Il gruppo consigliare “Ortoveroviva” critica l’inerzia dell’attuale amministrazione comunale e chiede conto di ciò che la giunta vorrà fare nei prossimi mesi.

“Con viva preoccupazione – dicono i rappresentanti di “Ortoveroviva”, rivolgendosi direttamente al sindaco – assistiamo ad una inerzia dell’amministrazione che non ha pari negli Enti i cui Consigli sono stati eletti nella stessa sessione del Giugno 2009: chi ha già presentato un bilancio dei primi cento giorni, chi del semestre, chi dopo la scadenza annuale, chi perlomeno ha enunciato le linee che intende seguire per realizzare quei programmi elettorali spesso troppo utopistici. A Ortovero, calma piatta. La Giunta Comunale ha adottato nel primo anno di attività poco più del doppio delle deliberazioni che erano state prese nel solo ultimo mese della vostra precedente amministrazione, quando la legge prevede che ci si debba attenere alla esclusiva adozione degli ‘atti urgenti e improrogabili’, ma certo allora non vi potevate esimere dalle decisioni sugli ‘indirizzi progressioni orizzontali e procedimenti a favore personale dipendenti’, sui lavori stradali e di illuminazione pubblica, sull’accordo tra la Provincia di Savona (in quel momento commissariata), il Comune e la Pro Loco per la gestione dell’Ufficio I.A.T, sulla gara per l’incarico relativo alla progettazione ed esecuzione del restauro di ‘Casa Ferrari’. Se quella era ordinaria amministrazione, cosa dire del nulla prodotto fino ad oggi? Il libro dei sogni (ricalcato in gran parte su quello di cinque anni prima), da voi presentato in campagna elettorale, di quanti decenni avrà bisogno per essere realizzato? Noi pronosticavamo 50 anni, ma di questo passo ce ne vorranno almeno 500″.

“Anche il Consiglio Comunale, convocato con grande parsimonia in questi mesi, ha affrontato esclusivamente temi ‘ordinarissimi’; hanno fatto eccezione stridente solo l’inizio della procedura per l’assegnazione dell’incarico per la redazione del P.U.C., atteso con grande ansia da buona parte degli elettori, e le pratiche relative all’area artigianale di Val Mereo, comprendenti i rapporti con la Società partecipata ‘Arroscia 2000’, presso la quale è stato opportunamente ricollocato l’ex Sindaco. Dopo quindici mesi della vostra amministrazione, non riscontriamo tracce di qualsivoglia realizzazione: i grandi progetti (Golf e nuova Sede Comunale), se non sono ancora andati in fumo, non hanno fatto passi avanti; degli interventi per ‘rendere più vivibile la vita quotidiana del paese’ (nettezza urbana, marciapiedi, viabilità minore, verde pubblico, ecc.) non c’è riscontro, il ‘rinnovato rapporto fra amministrazione e cittadino’ è solo peggiorato, non foss’altro che per la scomparsa del notiziario periodico”.

“Insomma – concludono i componenti di “Ortoveroviva” – anche senza andare troppo a fondo nell’esame dei propositi con cui vi siete presentati agli elettori, appare evidente la grande difficoltà con cui (non) procedete, quindi che dire?, Ortovero non può passare altri anni senza timone, trovate il modo di iniziare a fare qualcosa per il Paese oppure gettate la spugna: non ci possiamo permettere di basare la vita di un paese solo sulla stesura di un futuribile Piano Urbanistico, lasciando perdere tutto il resto”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.