IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Opera Giocosa, Anna Caterina Antonacci apre la stagione autunnale

Più informazioni su

Savona. Debutta con una serata particolare la stagione autunnale del Teatro dell’Opera Giocosa di Savona, “Teatro di Tradizione della Liguria”. Sabato 2 ottobre alle 21, al Teatro Chiabrera, il cartellone sarà aperto da un recital del grande soprano Anna Caterina Antonacci, accompagnata al pianoforte da Donal Sulzen. In programma pagine non consuete di fine Ottocento e del Novecento storico, un repertorio che spazia dalla romanza italiana al lied tedesco alla melodie francese.

In programma pagine di Gabriel Fauré, Reynaldo Hahn, Alfred Bachelet, Paolo Tosti, Pier Adolfo Tirindelli, Pietro Cimara, Arturo Toscanini, Ottorino Respighi e Riccardo Zandonai, su testi di Paul Verlaine, Leconte de Lisle, Boccaccio, Rocco Pagliara, d’Annunzio, Tito Ricordi, Ada Negri, eccetera. La serata vuole contribuire a rendere giustizia a generi troppo spesso considerati minori che, in realtà, derivano da consuetudini culturali antiche e socialmente radicate. La colpevole carenza di adeguati studi musicologici su questi generi è un riflesso di un altrettanto antico pregiudizio: sono tradizionalmente ritenuti minori perché paragonati impropriamente al teatro musicale, luogo dove primeggiavano i migliori, e quindi più meritevole del giudizio e dell’attenzione di critici e di studiosi. Solo negli ultimi decenni si va colmando questa lacuna negli studi sull’argomento.

Ferrarese di origine, ma ormai stabilmente parigina, Anna Caterina Antonacci debutta a fine anni ’80, dopo aver vinto tutti i più prestigiosi premi di canto. Per ben due volte vince, nel 1990 e nel 2005, il premio “Abbiati”, assegnato dall’Associazione nazionale dei critici musicali. Il Teatro dell’Opera Giocosa le affida i ruoli principali nelle riscoperte, date in prima esecuzione moderna, del “Torvaldo e Dorliska” di Rossini nel 1989, di “Elfrida” di Paisiello e di “Ecuba” di Manfroce nel 1990, quest’ultima opera registrata su cd. La sua carriera l’ha portata in tutti i più grandi teatri, forte di uno straordinario timbro vocale che le permette di cantare ruoli sia di soprano che di mezzosoprano.

Ha cantato sotto la direzione, tra gli altri, di Claudio Abbado, Riccardo Chailly, William Christie, Sir Andrew Davis, Sir John Eliot Gardiner, Réne Jacobs, Sir Charles Mackerras, James Levine e Riccardo Muti. Nella storia la sua interpretazione di “Armide” di Gluck alla Scala; ultimamente è ricercatissima per il ruolo di Medea, che nessuno poteva più affrontare dopo la Callas. La sua prima registrazione di arie barocche, “Era la notte”, ha ottenuto enorme successo. L’ultima volta a Savona è stata nel 2006, per un Werther di grande successo. Anna Caterina Antonacci ha inoltre preso parte come voce solista, insieme al tenore Francesco Meli, al Concerto di Capodanno 2010 presso il teatro La Fenice di Venezia diretta dal maestro John Eliot Gardiner, trasmesso in diretta su Raiuno l’1 gennaio scorso.

Donald Sulzen, originario di Kansas City, è uno dei pochi pianisti ad ever ottenuto alti riconoscimenti internazionali nel campo sia del pianismo d’accompagnamento sia in quello d’ensemble da camera. Ha insegnato molti anni al Mozarteum di Salisburgo, quindi alla Hochschule di Monaco di Baviera, dove risiede. Oltre che con la Antonacci, ha lavorato con Magda Oliviero, Laura Aikin, Hermann Prey, Julie Kaufmann, eccetera. Con il suo “Munich Trio” ha registrato cd con musiche di Haydn e Brahms.

La stagione proseguirà con due divertenti opere mai rappresentate dal teatro: “Don Pasquale” di Donizetti, il 12 in anteprima per le scuole, quindi il 14 e il 16 alle 20,30; e “La cambiale di matrimonio” di Rossini, in scena il 22 in anteprima scuole e sabato 23 alle 20,30. Biglietteria al Teatro Chiabrera, con orari dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 19, dal lunedì al sabato. Telefono: 0198485974 o 3666726682. Nei giorni di spettacolo è attiva la biglietteria un’ora prima dello spettacolo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.