IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Notte Verde, Pd ingauno: “Regole non rispettate e favoritismi”

Albenga. Il sindaco Rosy Guarnieri li ha chiamati “gufi”, sostenendo che augurassero alle manifestazioni organizzate dalla Giunta di rivelarsi un “flop”. Oggi, i rappresentanti ingauni del Pd rispondono a quell’accusa.

“A seguito del comunicato stampa sul successo della notte Verde – si legge in una nota – siamo stati accusati dall’amministrazione di aver ‘gufato’ nei confronti della manifestazione stessa, a causa delle nostre richieste di chiarimenti fatte agli uffici comunali e agli organi competenti, sullo svolgimento, a nostro parere, sregolato di alcune manifestazioni. La Segreteria del PD di Albenga, senza nessun atteggiamento ostruzionistico, ha preso atto che in questi mesi si sta consolidando in Comune una forma di consuetudine ove chi si allinea è beneficiato da tolleranza e concessioni inspiegabili che determinano nei fatti una grave disparità di trattamento sia nei confronti di iniziative riconducibili a Sagre e Rassegne, sia nei confronti di commercianti che non potendo o non volendo partecipare, comunque si comportano in maniera corretta ed hanno gli stessi diritti degli altri”.

“Con semplicità e limpidezza abbiamo posto agli organi competenti, e non agli organi di stampa, per evitare danni mediatici all’immagine della città, quelle domande che comuni cittadini, commercianti, associazioni ed altro, hanno già posto timidamente e silenziosamente: è possibile preparare cibi e bevande senza autorizzazione sanitaria e senza qualsivoglia cautela igienica? E’ possibile organizzare manifestazioni senza certificazioni ed autorizzazioni dei Vigili del Fuoco? È possibile esentare qualcuno arbitrariamente dal pagamento del suolo pubblico? E’ possibile che attività di tipologia non alimentare e privati preparino e vendano alimenti senza la relativa autorizzazione?”.

“Siccome sappiamo quanto sia faticoso ed oneroso organizzare nel rispetto della legge manifestazioni sul nostro territorio, e nel contempo sia difficile tenere aperte le attività imprenditoriali in questi difficili periodi di crisi economica pagando regolarmente tasse ed imposte, chiediamo al Sig. Sindaco, alla sua giunta ed alla sua maggioranza, che in altri casi sono stati così solerti a multare i ‘meno amici’, di comunicarci, a quali norme si sono ispirati per estenderle a chi già da anni organizza Sagre e Rassegne (storiche e legittime) sul nostro territorio. Vogliamo cogliere l’occasione per ringraziare tutte quelle associazioni sportive, no profit, cooperative, parrocchie ed altro, che organizzano per la nostra Città eventi nel rispetto della legge e con grandi sacrifici, e che dai quali ricavano risorse per la loro azione benefica sul territorio”.

“Il tifo di tipo calcistico e la scorrettezza verso questa città per puri scopi di visibilità politica appartengono solo a chi ne ha parlato in quel comunicato e ci ha strumentalmente accusato. Stiamo conducendo un’opposizione ferrea ma corretta e propositiva; anziché urla da stadio pretendiamo risposte serie e circostanziali dagli Amministratori e dai funzionari del Comune di Albenga. Non credo che nascondersi dietro l’importante successo di pubblico sia serio e costruttivo: sarebbe come dire che il ‘fine’ giustifica i mezzi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da niello massa

    @a svullo…altro che fuori dal seminato e’ la pura verita’ solo che a te da fastidio forse perche ti tocca da vicino e’ questa la vera tristezza della tua vita, esamina anche i contenuti.

  2. Scritto da svullo

    @niello Come al solito esci sempre dal seminato, che tristezza !!!!!!!!!!!!

  3. Scritto da niello massa

    ma le regole valgono per gli altri non per il centro destra che governa albenga, e chi se ne frega di scontrini fiscali noi facciamo cio’ che vogliamo vero’ giangheritti per la pensilina di viale pontelungo??? lui – l’araldo angheso ha deciso che la pensilina piu’ larga davanti al suo negozio di dentista non si deve fare e non si fa’ ma che cazzo di regole.