IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Carabinieri, maxi-operazione: 3 arresti e più di 70 piante di marijuana sequestrate

Savona. Quindici perquisizioni, più di 70 piante di marijuana sequestrate, tre arresti, tre persone denunciate e sei persone segnalate. Sono questi i numeri di una maxi-operazione dei carabinieri, che ha coinvolto gli uomini delle Compagnie di Albenga, Cairo e Savona, mirata a contrastare la produzione di sostanze stupefacenti. I controlli dei militari sono partiti su impulso del sostituto procuratore Ubaldo Pelosi.

La maggior quantità di droga è stata rinvenuta all’interno di un’abitazione di Luceto, frazione di Albisola Superiore, dove in un seminterrato, perfettamente trasformato in una vera e propria serra, sono state trovate ben 62 piante di marijuana e un panetto di hashish da 98 grammi, oltre a bilancini di precisione, materiale per tagliare e confezionare la droga, concime, diffusore, foglie già essicate e semi di “maria”.

Ovviamente il “coltivatore”, Michele Berruti, 41 anni, è finito in manette con l’accusa di coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Sempre i militari della Compagnia di Savona hanno messo le manette ai polsi di Christian De Rosso, 35 anni. L’uomo in un’abitazione in località Ciantagalletto, sopra il quartiere di Lavagnola, si era infatti attrezzato per coltivare marijuana ed è stato trovato in possesso di 9 piantine e 25 grammi di hashish.

A Cairo invece è stato denunciato in stato di libertà un 44enne, M.E.F., che in casa nascondeva 2 piante di circa un metro e mezzo di altezza e 20 grammi di hashish. I carabinieri della compagnia albenganese infine hanno eseguito 5 perquisizioni, tutte con esito positivo. A Ceriale hanno arrestato un 42enne, Giuseppe Masilli, che nella sua casa, nella parte alta della cittadina ligure, aveva allestito una piccola coltivazione di “erba” in un armadio. Inoltre nell’abitazione dell’uomo è stata anche ritrovata una pistola, originariamente giocattolo, modificata per diventare un’arma a tutti gli effetti. Per queste ragioni è stato arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio e di possesso di arma clandestina.

Sempre gli uomini della Compagnia di Albenga hanno denunciato un uomo di 38 anni di Pietra Ligure perché trovato in possesso di 10 grammi di hashis e di un bilancino di precisione. Altre tre persone, una di Finale, una di Boissano e una di Loano sono state invece segnalate in qualità di assuntori. Tutte le persone finite in manette si trovano ora a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.