IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Immigrazione, indagine Doxa: per l’83% degli italiani stop all’arrivo degli stranieri

L’83% degli italiani (+2% rispetto al 2007, data dell’ultima rilevazione) ritiene che non si possano più accogliere immigrati in Italia, perché “sono già troppi per le possibilità economiche e sociali di assorbimento del Paese”. Ma allo stesso tempo il 56% (+9% rispetto al 2007) pensa che gli stranieri siano una risorsa economica importante per lo sviluppo dell’Italia. Lo rileva la quarta edizione dell’indagine Doxa “Barometro della solidarietà internazionale degli italiani”.

Di contro, emerge un 45% di italiani (il 36% nel 2007) che ritiene i flussi “un modo indiretto di aiuto ai Paesi poveri”. In generale, secondo l’indagine, due italiani su tre hanno un atteggiamento “inquieto” nei confronti dell’immigrazione: “pur riconoscendo la complessità dei problemi della diseguaglianza tra Nord e Sud del mondo e dei flussi migratori – spiega Focsiv nell’indagine – temono per la propria sicurezza e per il proprio benessere, non arrivando però a richiedere una completa chiusura dell’accoglienza”. Il 25% ha un atteggiamento ostile, il 9% aperto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Ypsilon
    Scritto da Ypsilon

    Solo l’83% ?

    Troppi per le possibilità economiche del Paese ? Volete vedere che QUALCUNO se ne sta accorgendo di come la situazione sia insostenibile ?

    Il 56% pensa che gli immigrati siano una risorsa economica importante per lo sviluppo dell’Italia ? Chiunque salga al governo è costretto a scannarci annualmente con finanziarie da pochi miliardi di euro ma qualcuno conosce Western-Union & Co…mpagnia bella, ovvero i sistemi attraverso i quali quasi tutto ciò che guadagnano gli immigrati vola all’estero senza passare dal via ? Si parla di decine e decine di miliardi di euro annuali che mensilmente prendono il volo e non rientrano nella nostra economia, qualcosa che incrementa il nostro “debito pubblico” di circa il 2% su base annua se calcolato con interessi composti su base mensile…..è qualcosa in grado di mettere in ginocchio la nostra economia con facilità e rapidità estreme se non si darà un deciso giro di vite a brevissimo, è inutile insistere con il “buonismo”, soprattutto se non si ha la capacità di prevederne le conseguenze.

    Da questo si desume come il 56% degli Italiani (almeno degli intervistati) non abbia la benchè minima idea di “a cosa” stia andando incontro.

    Atteggiamento il 25% ostile, il 9% aperto cosa significa ? Che il 66% o fa finta di nulla o deve andare dall’oculista ?

    P.S. questo non è un commento razzista, è un commento TECNICO.