IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il memoriale di Gino Messina affidato all’avvocato: “Ecco la mia versione”

Un memoriale di quattro pagine in cui Gino Messina racconta la sua verità. Fogli e parole che, secondo il suo avvocato, conterrebbero “elementi interessanti” a tracciare un altro quadro, molto diverso da quello fornito dalla 28enne russa che ha accusato di stupro il noto pr delle notti alassine.

I due si conoscevano da tempo, avrebbero passato una serata piacevole nei locali della movida rivierasca e, alla fine, avrebbero consumato un rapporto sessuale del tutto consenziente: Messina insiste insomma con la versione che continua a ripetere fin dal momento dell’arresto e la mette così nero su bianco. “Il mio assistito si proclama assolutamente innocente – dice Vazio – e, leggendo il memoriale, ho individuato elementi interessanti che ora dovranno trovare riscontro. Ho parlato col pm Ferro e ho chiesto che Messina sia nuovamente interrogato non appena mi sarò fatto un’idea precisa di come si sono svolti i fatti. Il mio cliente parla di un rapporto sessuale assolutamente voluto da entrambe le parti”.

A proposito dei graffi sul volto dell’arrestato, Vazio non si sbilancia. Sembra che, però, Messina abbia parlato di un’accesa discussione fra i due subito dopo il rapporto sessuale. Discussione che il pr attribuisce alla violenta reazione della ragazza dovuta al senso di colpa provato per aver tradito il suo fidanzato. Tutti fatti da dimostrare.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Ypsilon
    Scritto da Ypsilon

    @freeholly9:

    1°) Lo farei anche volentieri ma mi sembra inutile perchè penso (e spero) che ragionino abbastanza bene quanto me, altrimenti, se lo ritenessero utile, sarei felice di fornire supporto logico ma di certo non mi intrometto nelle loro faccende, qui nello spazio gentilmente concesso ai commenti da IVG, grazie anche alla libertà di espressione che mi è garantita dall’articolo 21 della Costituzione della Repubblica Italiana mi permetto educatamente di proporre il mio pensiero e di far valere le mie opinioni.

    2°) Dimostrami che ho scritto delle fesserie altrimenti vai ad offendere qualcun’altro.

    3°) Per “processo veloce” spero tu non intenda sommario ed affrettato su basi indiziarie e senza uso della logica.

    4°) Non l’ho certo inventato io quel detto, ma se tu sei convinto che un uomo riesca a violentare una donna da solo ed in un posto frequentabile da altra gente, che riesca ad immobilizzarla e contemporaneamente a tenerle la bocca chiusa con una sola mano conscio che qualcuno potrebbe sentire allora forse dovresti elevare tu le basi della tua cultura.

    Ti aiuto.

    Una donna, oltre alla gonna da alzare per permettere alle due gambe di scappare, generalmente è vestita, ha due braccia per difendersi, una testa per colpire, una bocca per gridare, eccetera…
    …. le due gambe le può stringere, con le mani può afferrare qualcosa per colpire, con la bocca può gridare per richiamare l’attenzione e/o spaventare e tutto questo ancora con i vestiti addosso…
    L’uomo dal canto suo in una situazione simile cosa potrebbe avere ?
    …i testicoli al vento, la piena consapevolezza che qualcuno potrebbe passare nella corsia fuori dal garage proprio in quel momento e la certezza matematica di prendersi una denuncia per violenza….

    Certo, la donna potrebbe essere intimorita o minacciata dall’uomo, ma….una donna che si sentisse intimorita o fosse minacciata in maniera adeguata al farla desistere dal resistere (scusate il gioco di parole), graffierebbe in volto il proprio aggressore con il rischio di subire qualcosa di ancora peggio senza, di già che c’è, tentare qualcos’altro (urlare, un colpo nei testicoli, afferrare qualcosa, e via dicendo..) ?

    Secondo me è proprio il graffio tanto considerato indizio accusatorio che potrebbe scagionare Gino Mesina da questa infamante accusa, se tu, caro freeholly9 hai dei contatti con gli INVESTIGATORI che a me mancano potresti sottoporre loro questo quesito, assieme a tutti quelli che tu hai definito “fesserie”, e che, fino a prova contraria, non lo sono, magari loro potrebbero trovarli interessanti e/o potresti scoprire che ci stavano già pensando su….

    Cordialmente.

  2. Scritto da freeholly9

    Ypsilon

    INVESTIGATORI

    Se hai dei suggerimenti “preziosi” ti inviterei a rivolgerti a loro e non a sbatterti su questo sito abbaiando come un cane per cercar di avere ragione visto le fesserie che hai scritto.
    Non penso ci sia tanto da tenerlo in carcere quanto da fargli avere un processo veloce per poter dimostrarne innocenza/colpevolezza.
    Non citare detti arabi,se hai un minimo di cultura sai benissimo che valore hanno le donne in quei paesi

  3. Scritto da simon templar

    Scusate TUTTI,credo che com al solito Noi italiani ci facciamo prendere dalla voglia di giudicare e quindi condannare per sommi capi ogni cosa e/o persona.
    Io Conosco Gino, l’ho frequentato nei baldi anni di una splendida gioventù e come tutti ha pregi e difetti. Sono rimasto allibito dalla Notizia …ma proprio di Violenza ..no quella proprio no..non ci sta. Confermo alcuni tratti della sua persona sicuramente un uomo generoso,un amico leale e con le donne è sempre stato un tombeur, un pò sopra le righe sicuramente( con la Ritmo bianca (Cabrio) ci siamo fatti decisamente grandi serate) nei costumi e nella conduzione della sua vita , ma non lo siamo un po tutti a nostro modo? L’unica cosa che posso dire è che spero si tratti di una srie di sfortunate concomitanze e che poi ne risulti magari solo un grosso spavento un gran polverone e che quindi non ci sia stata violenza ( perchè sono padre di una bimba e comprendo bene il terrore) ( e perchè sono contro la violenza su donne, bimbi ed esseri comunque indifesi) ma solo magari una stupida e perfida vendetta. Se Non fosse così,dovrà essere senza dubbio condannato e avrà tempo e modo per ripensare a quanto fatto, Non Rinnego nessuno tantomeno Gli Amici e per me Gino è stato un’Amico …di un tempo ormai (purtroppo ) Lontano.

  4. wolf
    Scritto da Nox

    @y: certo tutto può essere e comunque se così fosse realmente ,il Gino bomba a sto giro non uscirà molto pulito …Sai quando muovi certi sassi si rischia di alzare certi polveroni….

  5. Ypsilon
    Scritto da Ypsilon

    @Nox: nell’eventualità, immaginati quanto avrebbe potuto essere un suo interesse primario far scoppiare un merdone e rovinarsi l’esistenza e, soprattutto, il lavoro per un prurito nei confronti di una donna.

    A maggior ragione se ci fosse stato qualche rapporto di lavoro, o qualche negato rapporto di lavoro tra i due avrebbe potuto esserci nella donna la volontà di di fargli pagare qualcosa, da lì si evince come il metodo più spiccio sarebbe stato quello di mollargliela ed inscenare poi una violenza.