IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Furti e rapine in bar e supermercati tra Loano e Pietra Ligure: due ladri in manette

Loano. Ha rubato alcune bottiglie di superalcolici dal supermercato “Del Balzo” di Loano e, nel fuggire con la propria vettura, ha tentato di investire un dipendente del esercizio commerciale, che voleva fermarlo. Non contento, all’arrivo dei carabinieri che, allertati dai lavoratori del supermercato, lo hanno raggiunto presso la sua abitazione, si è barricato in casa per sottrarsi all’arresto. Di qui l’irruzione dei militari, il recupero della refurtiva e l’arresto. Protagonista della vicenda è Ismail Mohamed, cittadino egiziano di 33 anni, accusato così di rapina impropria e condannato questa mattina per direttissima ad 1 anno e 4 mesi. L’operazione è stata eseguita dai carabinieri di Loano e di Albenga.

Le manette sono inoltre scattate anche per un altro incauto ladro che, a Pietra Ligure, ha cercato di sottrarre denaro contante dalla cassa di un bar. L’uomo però è stato arrestato dai carabinieri di Pietra Ligure prima che potesse fuggire. Si tratta di un 21enne romeno, Stanescu Mircea, accusato così di furto aggravato. Ora è agli arresti domiciliari.

Infine, questa mattina è stato giudicato per direttissima anche il ladro (C. G.) che ieri ha sottratto alcune bottiglie di superalcolici al Conad di Finale Ligure. Pena: 1 anno e 4 mesi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. red1966
    Scritto da red1966

    rispediteli a scontare la pena a casa loro!!!!… altro che negli “hotel” italiani!!!!

  2. Scritto da jimmy il fenomeno

    sarebbero da lasciare nelle mani della gente altro che domiciliari….

  3. Ypsilon
    Scritto da Ypsilon

    Ma noi paghiamo le tasse per offrire “l’albergo” a questo genere di “ospiti” ?

    Rimpatrio immediato (possibilmente a loro spese) con iscrizione “THIEF” e “UNWELCOME” sui loro documenti, tutti …e diffida a ripresentarsi.

    Altrimenti è troppo facile, scoperto che basta rubacchiare qualcosa per farsi ospitare si fanno (a spese nostre) un po’ di villeggiatura, approfondiscono la conoscenza della nostra lingua, si fanno delle di conoscenze all’interno del settore illegalità acquisendo esperienza e poi escono freschi, riposati ed ambientati con molte più cognizioni su come fregarci e “ganci” quindi vanno a farsi un altro “giro” in quello che sembra essere diventato il loro luna-park preferito …

    Ci fosse almeno una convenzione con i rispettivi governi che prevedesse l’addebito delle spese carcerarie agli Stati dei quali queste persone possiedono la nazionalità … ma non mi sembra sia così, nessuno ci rimborsa nulla E NOI PAGHIAMO !!!

    Fuori dalle balle ….e guai se si fanno rivedere …

    Ma perchè siamo costretti ad essere i più braghe-molli del mondo ?