IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ceriale, ripascimento spiagge: al vaglio della Regione il progetto comprensoriale

Ceriale. E’ soddisfatto il sindaco di Ceriale Ennio Fazio che ha preso parte all’incontro pubblico che si è svolto questa mattina a Genova a Palazzo Ducale sulla salvaguardia e di consolidamento del litorale costiero. La riunione è stata convocata dal Comitato scientifico promosso da Anci Liguria e che vede la partecipazione dell’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente, il Comune di Genova, la Regione Liguria, il Ministero dei Beni e Attività Culturali, l’Unione Regionale Province Liguri e l’Università di Genova. Obiettivo della riunione con i Comuni liguri affrontare gli aspetti di criticità della costa e analizzare gli interventi di prevenzione, i vincoli legislativi e la ricerca di possibili percorsi di finanziamento per attivare progetti di ripascimento degli arenili. Proprio su questo tema la vice presidente della Regione Liguria, Marylin Fusco, si è detta pronta a recepire le progettualità che arriveranno dal territorio e di concertare con gli enti interessati la disponibilità delle risorse necessarie al restyling dei litorali costieri della Liguria.

Nel corso dell’incontro è stato inoltre presentato il progetto comprensoriale di ripascimento delle spiagge che vede il Comune di Ceriale capofila tra le amministrazioni del ponente savonese, da Finale Ligure fino ad Albenga. La Regione ha così potuto vedere lo studio commissionato dall’amministrazione comunale cerialese che ha portato alla firma di un protocollo di intesa come start up dell’iter amministrativo, che dovrà ora arrivare sui tavoli dell’Agenzia del Demanio Marittimo regionale. Al centro del progetto la scoperta di un giacimento sabbioso a circa tre chilometri dalla costa ai confini tra Albenga e Ceriale da cui poter attingere materiale idoneo al fine di una completa azione di ripascimento degli arenili per le coste della riviera ligure: si parla, infatti, di circa 2-3 mln di m3 di materiale. Per le operazioni sono necessarie navi dotate di idrovore, in grado di prelevare la sabbia in profondità e trasportarla poi sugli arenili. Anche per la tipologia dell’intervento, oltre che per l’allargamento dei comuni interessati al progetto, ci vorranno molto di più dei 5 mln di euro inizialmente previsti per il ripascimento delle spiagge nei Comuni di Ceriale, Borghetto e Albenga.

“E’ stata un’occasione molto importante di confronto tra tutti i comuni liguri su un problema sentito e che merita risposte condivise da parte dei vari territori della Regione – ha evidenziato il sindaco di Ceriale Ennio Fazio -. La nascita di un Comitato scientifico e l’interesse dell’Anci per la difesa e la salvaguardia dei nostri litorali è un segnale positivo che mi auguro conduca ad azioni concrete. Ceriale ha potuto inoltre presentare un progetto comprensoriale che ci ha visti coinvolgere molti comuni del ponente savonese. Spero che la Regione possa trovare i finanziamenti e avviare finalmente un intervento strutturale che non potrà che giovare alle nostre coste, oltre che al nostro turismo e alla nostra complessiva offerta balneare”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. marcello2008
    Scritto da marcello2008

    Avete trovato un nuovo sistema per spillare soldi!!!!!!!!!!