IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Camera Commercio, CNA: “Continua l’assalto delle poltrone della giunta Grasso”

Savona. Duro attacco del Cna savonese in merito alla situazione di stallo che sta vivendo la Camera di Commercio di Savona. “Con un inaudito colpo di mano prosegue la spartizione dei posti da parte della Giunta Grasso il cui mandato è largamente scaduto. E’ stata disattesa la richiesta formulata alla Giunta  dalla maggioranza del Consiglio in carica di soprassedere – fra l’altro – al rinnovo dei vertici delle Aziende Speciali. In pari tempo, si lanciano messaggi minacciosi  verso la Regione che ha il compito di far rispettare le regole stabilite dalle leggi vigenti che prevedono il Commissariamento dell’Ente in caso di mancata nomina dei consiglieri” scrive in una nota il Cna di Savona.

“Ora si comprende perché queste vengano tanto ritardate: come ampiamente previsto e segnalato lo scopo era  di impossessarsi delle poltrone dei vertici delle Aziende Speciali nonostante l’imminente rinnovo. Si pensi che per far questo la Giunta ha persino modificato il regolamento di tali aziende stabilendo di prorogare il mandato degli amministratori delle stesse oltre i termini di durata della Giunta e del Consiglio stesso: un colpo di mano portato avanti in solitudine e contro il parere del Consiglio teso a favorire l’occupazione dei posti di coloro che si sono votati il cambiamento delle regole” afferma il presidente Giuseppe Barberis.

“Tutto ciò è inqualificabile: si tratta pari-pari di “comportamenti  ad personam” fatti su misura per favorire direttamente se stessi. Ben 12 componenti su 21 dell’attuale consiglio, hanno chiesto la convocazione del massimo organo Camerale: ancora non è stata data alcuna risposta nonostante esista un preciso obbligo di legge. In cambio, con disinvoltura assoluta, si chiede a mezzo stampa la convocazione di un  fantomatico “tavolo” che dovrebbe decidere chissà che, forse un’ulteriore spartizione di posti visto l’appetito fin qui dimostrato” prosegue il presidente di Cna.

“Si dimentica che l’unica convocazione che deve avvenire – secondo la legge – è quella del nuovo Consiglio una volta che si raggiunga il numero minimo delle designazioni. In mancanza di ciò non c’è altra strada legalmente percorribile se non quella del Commissariamento dell’Ente Camerale,  malaugurato epilogo la cui responsabilità è totalmente a carico di chi fa mancare le proprie designazioni con incalcolabile danno per tutta l’economia Savonese” conclude Barberis.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.