IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Caccia prolungata anche dopo il tramonto: la denuncia dell’Enpa

Più informazioni su

Savona. “La lista della vergogna. E’ quella che pubblicheremo sul nostro sito internet con l’elenco dei consiglieri regionali che ieri hanno approvato l’ennesima marchetta elettorale a favore dei cacciatori, prolungando la caccia di mezz’ora dopo il tramonto”: è questa la promessa fatta dai volontari della Protezione Animali a due giorni dall’apertura della stagione della caccia.

“Visto che non pare sufficiente ammazzare animali dall’alba al tramonto, le solite frange estreme di cacciatori hanno chiesto, ed ottenuto come sempre, di sparare anche in questo momento del giorno, molto delicato per tutta la fauna, soprattutto quella migratoria in cerca di siti e posatoi dove passare la notte – dice l’Enpa -. Una norma in netto contrasto con le disposizioni della Comunità Europea, alla quale Enpa e le altre associazioni animaliste si rivolgeranno per vedere nuovamente condannata la Liguria, dopo le multe milionarie che le pioveranno addosso per aver consentito fino al 2006 la caccia allo storno; ed i consiglieri che allora votarono a favore sono, più o meno, gli stessi della vergogna di ieri. I cacciatori, in Liguria come in Italia, si sono dimezzati in pochi anni e continuano a diminuire, mentre gli animalisti ed i fautori dell’abolizione della caccia aumentano e sono ormai la stragrande maggioranza degli italiani. E’ ora che i politici se ne accorgano o, altrimenti, se ne vadano a casa”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Mauro Brunetti

    Complimenti alla redazione mi è arrivato il commento non approvato dopo un mese…. non capisco perchè e come mai così dopo tanto tempo ma mi adeguo tanto non posso fare altrimenti.

  2. legolas230876
    Scritto da legolas230876

    non commento ,troppo incoerenza troppe cazzate…i danni sono strumentalizzati dai cacciatori per avere un pretesto per uccidere?????ma svegliati va ..che se lo dici a qualcuno che conosco ti riempe di calci ….

  3. IronMan
    Scritto da IronMan

    http://www.primocanale.it/news.php?id=28106 del 28-02-2008
    “Il giudice di Savona Marco Rossi ha condannato a 300 euro di multa Giovanni Buzzi, ex presidente dell’Enpa, l’Ente protezione animali di Savona. Era accusato di esercizio abusivo della professione veterinaria. L’altro reato di maltrattamento di animali per il quale era stato rinviato a giudizio, invece, è stato prescritto. Si è concluso così il processo all’ex numero della protezione animali di Savona che era stato indagato dal pm Alberto Landolfi cinque anni fa dopo il ritrovamento, nella sede dell’Enpa savonese, di una ‘mini camera a gas’ che sarebbe stata utilizzata per sopprimere gattini appena nati e cuccioli di cani. Contro la sentenza l’avvocato di Buzzi, Luca Morelli, ha già preannunciato che ricorrerà in appello. Secondo il legale “non si è trattato di maltrattamenti. Non c’é stato dolo. Quei micetti sono stati uccisi per evitargli sofferenze, non per farli soffrire. Inoltre riteniamo che le soppressioni eutanasiache non dovevano essere compiute in presenza di medici veterinari”. Era stata una volontaria dell’Enpa a scatenare la bagarre denunciando i presunti maltrattamenti a due guardie zoofile di Torino mentre si trovava in vacanza ad Albisola. Il pm Alberto Landolfi, già all’inizio dell’inchiesta, aveva sostenuto che “nessuno poteva sostituirsi al veterinario, nemmeno un medico cattedrattico, nemmeno in casi estremi, salvo nella circostanza di dover salvaguardare l’incolumità personale o di altre persone. Si tratta di principi di diritto elementari”. Giovanni Buzzi aveva sempre respinto ogni accusa..”

  4. folgore
    Scritto da folgore

    Per Animalista, come già dettoe ribadito più volte il bello del forum è confrontare pareri discordanti e differenti civilmente, in maniera seria e pacata, quindi magari, evitiamo di usare toni da comizio di osteria.
    Tolti i 5000 ridicolo, ti voglio far notare una cosa, dire che i cacciatori sono TUTTI sadici malvagi ignoranti ecc solo perchè riprendi l’articolo di Pinuccia mi pare quantomeno da persona con paraocchi, allor aper lo stesso motivo siccome alcuni al mondo fanno uso di sostanze stupefacenti gli uomini sono tutti drogati?siccome c’è gente che fa la guerra siamo tutti guerrafondai?ma per piacere!
    Io vado a caccia (volatili) e lo faccio solo per il piacere di mangiare le prede catturate, tant’è che non vado a gara a prenderne il più possibile ma quel che basta per far un paio di pranzi e stop.
    Raccolgo i bossoli delle cartucce esplose, pulisco i sentieri e mi piace star a contatto con la natura, non mi vanto delle prede catturate e di sicuro non faccio caroselli per le vie del paese.
    Nessuno almeno non io giustifico la caccia col fatto che esistano gli allevamenti intensivi, ma dimmi quanti pseudo contrari alla caccia sarebbero favorevoli a rendere illegali gli allevamenti di ovini suini bovini e pollame?
    Poi mi spieghi che differenza c’è tra uccidere un animale frutto di allevamenti intensivi o ucciderne uno cresciuto in un allevamento all’aria aperta.

    Per Hi tech, associare la figura del cacciatore al rozzo ignorante e culturalmente poco evoluto come dici tu, è il classico stereotipo superficiale di chi ragiona con l’istinto, e ora dimmi è più rozzo un cacciatore o il titolare di un macello che spara un chiodo in testa ad un bovino per ucciderlo? Eppure te la sentiresti di fare un referendum per abolire il consumo di TUTTI i tipi di carne, e di pesce?
    Come mai non ti scandalizzi contro la categoria culturalmente più evoluta dei pescatori che estrae un pesce dall’acqua facendolo agonizzare e morire soffocato?E’ moralmente più giusto questo?eppure a pesca ci puoi andare quasi tutto l’anno a caccia pochi mesi eppure tutti si lamentano.

    Comunque mi piacerebbe vedere tutto sto fervore e sta compassione indirizzato anche e soprattutto verso gli esseri umani, perchè quando si parla di animali siamo tutti buoni santi e pronti ad aderire a iniziative enti associazioni, ma come riportato da un altro articolo di oggi su IVG le associazioni di Volontariato (per esempio pubbliche assistenze) non hanno volontari e persone che dedichino il loro tempo!
    Quindi va benissimo l’amore per gli animali ma mettimao lo stesso impegnoe fervore anche al servizio delle persone e ve lo dice un sadico grtto e ignorante cacciatore che ne dedica moltissimo ad aiutare il prossimo.