IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Borgio, spaccio di cocaina: in manette un albanese e un italiano

Borgio Verezzi. A margine della maxi operazione, mirata a contrastare la coltivazione di sostanze stupefacenti, i carabinieri della Compagnia di Albenga hanno arrestato altre due persone per detenzione e spaccio di cocaina. A finire nel mirino dei militari sono stati P.O., un ristoratore di Pietra Ligure, e R.Z., un ventiseienne albanese.

I due sono stati notati a Borgio Verezzi, all’altezza del passaggio a livello, in atteggiamenti “sospetti”. Sembrava che aspettassero qualcuno e, dopo averli osservati per circa 20 minuti, i carabinieri li hanno sorpresi a scambiarsi qualcosa. A quel punto gli uomini dell’Arma sono intervenuti: il primo ad essere bloccato è stato il ristoratore di Pietra che è stato trovato in possesso di dieci grammi di cocaina. Poco dopo, a Loano, è stato intercettato anche l’albanese che aveva con sé 1100 euro, denaro frutto della vendita della droga.

Gli arrestati si trovano ora nel carcere Sant’Agostino di Savona a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Saranno interrogati nei prossimi giorni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Ypsilon
    Scritto da Ypsilon

    @pirata: sai, non credo di vivere nelle favole.
    Certo che NO!
    Li ha comprati per DECORARCI i dolci, strano che nessuno si sia mai insospettito dei folli prezzi di questi ultimi nel suo locale, A 100 euro al budino poteva tirarci su un bel gruzzolo, mica se n’è comprati dieci grammi perchè, per uno a cui piaccia tale sostanza, può risultare antipatico avere tutti i momenti a che fare con gli scienziati che te la possono vendere.

    Vuoi mettere quanto è comodo, quando al cocainomane viene voglia di farsi un tiro cosa c’è di meglio che fare un salto nei bassifondi a COMPRARNE UN TIRO PER VOLTA.

    GRAZIE per avermi svegliato, pensavo che semplicemente tu non avessi letto tutto l’articolo, invece sei solo allergico all’uso della logica.

  2. Scritto da principe

    non capisco perchè nell’articolo sono state inserite soltanto le iniziali degli arrestati visto che a) sono maggiorenni b) la stampa di ieri ci ha fatto un articolo a piena pagina con tanto di nome e cognome…
    urge un veloce ripasso del D.Lgs. 196/2003, grazie….

  3. pirata
    Scritto da pirata

    Ypsilon commenta gli articoli e non i pensieri altrui (te l’ho già detto) e continua a vivere nelle favole … Ti pensi che 10 grammi li ha comprati per aspirarseli tutti o per venderseli a sua volta? SVEGLIATI …

  4. Ypsilon
    Scritto da Ypsilon

    @pirata: ti aspetti un premio ? Vorrei farti notare che il “ristoratore” dopo un qualche “scambio” è stato trovato in possesso di cocaina e l’albanese di denaro, la cosa non ti fa sospettare che il secondo possa averla venduta al primo in cambio del denaro che gli è stato trovato ?

    Leggilo fino in fondo un articolo prima di commentare, non bastano le prime righe.

    P.S. se gliel’avessero venduta in farmacia dietro ricetta medica probabilmente non sarebbe andato a comprarla dall’albanese e avrebbe pure rimpinguato le casse dello Stato anzichè quelle dell’albanese (che comunque ha chiuso bottega).

  5. Scritto da lollo63

    la crisi colpisce il settore e dalla farina alla cocaina il passo e breve il fatto e che con la farina fai il pane e con la cocaina te lo mangi