IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Basket, Coppa Italia: Legnano è la prima finalista foto

Quiliano. E’ il Legnano la prima squadra finalista nel concentramento di Coppa Italia ospitato dal Riviera Vado Basket. I lombardi, come da pronostico, hanno regolato un Torino che, squadra giovane che spesso ha peccato di inesperienza, è comunque rimasto in partita per oltre metà gara.

Partenza bruciante del Torino che grazie alle incursioni di Menzio, Nord e Quaglia scava un solco tra sè e Legnano fino ad arrivare al + 12 (16 – 4), con cinque punti in sequenza di Arlotto. I lombardi sbagliano tanto anche dalla lunetta ma piano piano ricuciono il margine con un parziale di 0 – 7. Carossa segna un libero ma Priuli da sotto avvicina ulteriormente i biancorossi: 17 – 13. Grazie a due liberi di Benzoni si va alla prima pausa con due soli punti di distacco tra le due rivali.

Le squadre appaiono ancora in fase di rodaggio e lo mostrano sbagliando molto in avvio di secondo quarto. Dopo 1’13” ci pensa Martina da tre a riallungare; Benzoni risponde con 2/2 dalla lunetta. A 7’07” lo stesso numero 6 lombardo, top scorer dell’incontro, porta Legnano per la prima volta in vantaggio: 20 – 21. Da quel momento in poi i biancorossi condurranno per tutta la gara con un margine che via via crescerà.

A 4’25” dall’intervallo una bomba di Motta porta Legnano sul + 5, vantaggio già toccato poco prima. L’ex vadese Leva segna un libero su due a disposizione, quindi Benzoni chiude un gioco da tre punti per il + 9. Torino spesso cade nel fallo e Legnano con i liberi allunga. E’ Berta a tenere a galla i suoi, sostenendoli costruendo il gioco. Si va all’intervallo con 5 punti di differenza tra le due squadre.

Dopo un intervallo un po’ più lungo del solito a causa di un infortunio occorso ad uno dei due arbitri, è Cristelli ad aprire le danze, con 6 punti intervallati da un libero di Priuli che valgono il massimo vantaggio lombardo (+ 12 sul 32 – 44). Legnano è più presente anche a rimbalzo, mentre Torino litiga con il canestro. Nord sbaglia entrambi i liberi a disposizione e il primo canestro biancoblu arriva dopo 5’16” per mano di Berta. Poco dopo Bianchi da tre porta Torino sul – 7. E’ una breve illusione: nel giro di pochi secondi Bianchi segna 5 punti ed è nuovamente + 12. Martina si guadagna gli applausi del pubblico per un canestro e fallo, ma sbaglia il libero. Sul finire del tempo finalmente i torinesi si sbloccano dalla lunetta e Quaglia accorcia ancora le distanze, pur fallendo a sua volta il tiro dalla linea della carità. All’ultimo intervallo i lombardi conducono di 11 punti.

Nel quarto periodo è Delena ad aprire le danze con due canestri da due nel primo minuto di gioco. Torino continua a sbagliare tanto anche ai liberi: Arlotto fa 0/2. Per la squadra di Carbone astinenza anche in avvio di questo quarto, per 4′, fino a quando va a bersaglio Nord. Poi lo imita Carossa. Legnano però non abbassa la guardia, anzi, affonda i colpi. Motta piazza la tripla del + 19. A 2’26” dal termine Nord esce per raggiunto limite di falli. Legnano tocca il + 20 a 1’03” dalla fine con un canestro da sotto di Perego. Menzio segna una tripla da posizione centrale portando il Torino a 57; sulla sirena c’è gloria anche per Munini che sulla sirena appoggia nella retina la palla del definitivo + 19.

Il tabellino:
Torino Basket – Legnano Basket 57 – 76
(Parziali: 17 – 15, 32 – 37, 43 – 54)
Torino Basket: Berta 11, Garello, Martina 8, Menzio 5, Draghici 2, Nord 6, Delle Site, Arlotto 8, Quaglia 16, Carossa 1. All. Carbone.
Legnano Basket: Perego 4, Benzoni 19, Munini 2, Delena 14, Motta 11, Gurioli ne, Priuli 7, Cristelli 9, Bianchi 7, Leva 3. All. Piva.
Arbitri: Maurizio Patrone e Catarsi.

Tra le immagini sotto anche lo scout della partita, tratto dal sito del Riviera.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.